fb track
national-museum-chiusi-1024x682
account_balanceMusei

Museo Archeologico Nazionale di Chiusi

In mostra i tesori etruschi del territorio

Map for 43.016006,11.9493065
Chiusi

Il Museo Archeologico Nazionale di Chiusi raccoglie i reperti etruschi, romani e longobardi provenienti dal territorio e nel suo percorso di visita sono comprese le tombe etrusche della Scimmia, del Colle, del Leone e della Pellegrina. Vi è annesso anche un importante laboratorio di restauro, specializzato in materiale archeologico.
L'allestimento ha carattere cronologico-tematico e accompagna i visitatori dalla Preistoria al Medioevo esponendo ceramiche, sculture, oggetti di ornamento in oro e argento, i famosi canopi chiusini, urne dipinte e decorate a rilievo e la ricostruzione delle principali tombe del territorio.
Tra i reperti più notevoli troviamo i canopi antropomorfi, tra cui il canopo di Dolciano su un trono di bronzo decorato, ma anche le scutlure in pietra che rappresentano sfingi, e ancora le ceramiche attiche a figure nere e rosse con scene di mitilogia greca con Achille e Aiace o Telemaco dall’Odissea.
Senza dimenticare le opere di oreficeria etrusca, il corredo della Tomba della Pania, le splendide urne in marmo e alabastro con il ritratto del defunto sul coperchio e scene mitologiche sulla cassa, in cui si vedono anche i demoni alati del mondo ultraterreno degli Etruschi.

Info: archeotoscana.wordpress.com

Chiusi
Una lunga storia: dagli etruschi ai giorni nostri
Al confine con l’Umbria, in una campagna tranquilla e rilassante c’è l’antichissima città di Chiusi, considerata dalle fonti latine una delle prime e più importanti città etrusche: lo storico Servio afferma infatti che fu fondata dall’eroe Cluso, figlio del principe lidio Tirreno, che secondo Erodoto guidò la migrazione che diede origine al popolo etrusco; o da Telemaco, figlio di Ulisse. ...
Approfondiscikeyboard_backspace