Museo archeologico del Casentino
Siti storici

Museo archeologico del Casentino

Un itinerario storico fra reperti e oggetti dell'antichità

via Berni, 21
Il museo è nato come esposizione permanente di Archeologia del Casentino su iniziativa del Gruppo Archeologico Casentinese, si è poi trasformato in un museo di archeologia del Casentino, arricchito con nuovi reperti concessi in deposito dalla Soprintendenza. Presenta le modalità del popolamento nella vallata attraverso tre sezioni storiche.

La prima illustra l'antica fauna fossile, che viveva sulle sponde dello scomparso lago villafranchiano, e la serie delle stazioni litiche preistoriche.

La seconda documenta la presenza etrusca attraverso la ricostruzione dei primi villaggi di capanne, la testimonianza dei complessi edifici rinvenuti e dei luoghi di culto, tra cui la famosa stipe del lago degli Idoli e i resti del tempio di Socana. Recentemente sono stati esposti anche i materiali degli Scavi 2003 relativi all'importante santurario etrusco del Lago degli Idoli.

Infine la presenza romana viene illustrata con gli ambienti di una villa rustica del territorio. Le soluzioni espositive prevedono la collocazione di oggetti-simbolo all'interno di particolari ricostruzioni di ambiente e realizzazioni scenografiche iper-realistiche.


Accessibilità handicap:
No
 
Museo Archeologico del Casentino "Piero Albertoni"
Via Berni, 21 - 52011 Bibbiena
Tel. +39 0575 595486
Bibbiena
Il paese del panno di Casentino e dei castelli, dell'archeologia e delle chiese
Roccaforte medioevale, il nucleo antico di Bibbiena è posto sulla sommità di un colle dal quale emerge la Torre Tarlati. Tra i monumenti più significativi del luogo ricordiamo il cinquecentesco Palazzo Dovizi alla cui famiglia appartenne il Cardinale Bernardo detto il "Bibbiena" (1470/1520) segretario di Papa Leone X, diplomatico ed autore della Commedia "La Calandria", specchio della società ...
Approfondiscikeyboard_backspace