La Rocca di Ripafratta
location_cityArchitetture

La Rocca di Ripafratta

L'importanza strategica della fortificazione medievale

Pisa

Il paese di Ripafratta conserva il suo aspetto di borgo fortificato medievale su cui risalta la struttura imponente della rocca. Grazie alla sua posizione strategica, a dominio del corso del fiume Serchio nel punto più stretto della sua valle lungo il passaggio obbligato fra Pisa e Lucca, Ripafratta risulta essere stata fortificata sotto il dominio pisano prima dell’anno Mille. Dopo alterne vicende nelle guerre tra Pisa e Firenze, le milizie di Castruccio Castracani occuparono la rocca che passò definitivamente a Firenze. Nel XV secolo l’insieme fu completamente ristrutturato ed adeguato all’evolversi delle armi da fuoco dal grande architetto mediceo Giuliano da Sangallo. Resa imprendibile, la rocca resistette ai tentativi pisani di liberarsi dal controllo fiorentino perpetuati fra il XV e XVI secolo. Ancora oggi è possibile rendersi conto dell’importanza della rocca, fulcro del ben più vasto sistema difensivo di questa delicata zona di confine. Sopra il borgo svettano imponenti le alte cortine murarie che racchiudono il cuore della fortificazione. Sono ancora ben visibili le aggiunte quattrocentesche del Sangallo che, eseguite in mattoni, formano quasi una decorazione contrastando con la pietra scura della preesistente costruzione. Un’unica porta, ancora sovrastata dagli stemmi dei vari podestà pisani e fiorentini, conduce all’interno della piazza d’armi al cui centro sorgono gli scarsi resti del mastio, un tempo torre di vedetta e nucleo più antico del castello, oggi non più visibile dall’esterno della cerchia muraria. Sempre nel cortile interno sono i ruderi della residenza del conestabile e gli accessi ai sotterranei e alle cisterne dell’acqua. Altre due torri angolari, anch’esse scapitozzate, chiudono ad est e ovest le difese; sui colli attorno alla Rocca sorgono varie torri di vedetta di forma quadrata. Purtroppo tutte queste fortificazioni versano in grave stato di abbandono e sono a rischio di ulteriori crolli.

Pisa
Viaggio nella città dei miracoli, tra arte, cultura e tradizioni dell'antica repubblica marinara
Tappa fondamentale di un viaggio in Toscana sono da sempre Pisa e la sua Piazza dei Miracoli, e malgrado la presenza dei tanti turisti che da ogni angolo del mondo sembrano essere arrivati qui per provare, con l’aiuto della prospettiva, a tenere in piedi la torre pendente, il luogo è comunque capace di sprigionare una bellezza senza tempo, evocativa e potente. ...
Approfondiscikeyboard_backspace