La Grotta del Sassocolato
natureElementi naturalistici

La Grotta del Sassocolato

Antro di enorme interesse naturalistico

Castell'Azzara
Dall’abitato di Castell’Azzara, seguendo l’apposita segnaletica, si sale verso il Poggio delle Forche, uno sperone di roccia ben visibile dal paese, e dopo circa un chilometro di cammino, si raggiunge la Grotta del Sassocolato, il cui nome richiama l’immagine delle bellissime e numerose concrezioni che scendono lungo le pareti interne della grotta. È una cavità naturale di origine tettonica-marina-carsica, prevalentemente lineare, con alcuni dislivelli significativi superabili, nella parte turistica, mediante scale artificiali.

Una delle caratteristiche della grotta è la presenza di una cospicua colonia di Chirotteri (pipistrelli di specie diverse) che, nel periodo estivo, raggiunge complessivamente 2000/2500 individui.

Sono previsti due itinerari: 1° itinerario: 45’, facile; 2° itinerario: 3h, impegnativo.
Per non disturbare la fauna sotterranea i gruppi di visitatori sono ridotti (max 15 persone). È possibile visitare tutta la grotta con personale qualificato, ed anche abbinare con escursioni in altre grotte, gallerie minerarie, ipogei etruschi.

Si consiglia inoltre di visitare i gioielli dei dintorni: la Villa la Sforzesca a Castell’Azzara, il Parco Museo delle acque di Santa Fiora  e il Museo delle Miniere di mercurio del Monte Amiata.

Orario: Dal 10 aprile al 10 novembre.

Prezzo: 1° itinerario: Euro 6,00 a persona; 2° itinerario: Euro 25,00 l’ora per l’accompagnatore.

Accessibilità ai disabili: no
Castell’Azzara
Ai piedi del Monte Civitella e dei suoi boschi sorge questo antico borgo ricordatro anche da Dante
Ai piedi del Monte Civitella e dei suoi boschi sorge Castell'Azzara, la sentinella sud-orientale dell'Amiata, che sembra derivare il suo nome dal fatto di essere stata vinta ai dadi (a zara) da Bonifacio degli Aldobrandeschi. "Quando si parte il giorno della Zara [...] Colui che perde si riman dolente [... ...
Approfondiscikeyboard_backspace