fb track
Scandicci
Photo ©Ulisse 44

Scandicci

PERDERSI A DUE PASSI DA FIRENZE IN UN MARE DI ANGOLI SORPRENDENTI
 

Leggi la storia Scandicci su logo toscana ovunque bella Scandicci - La promessa mantenuta - Toscana Ovunque Bella Scandicci La promessa mantenuta Il tram dei ricordi, di Simona BellocciLeggi la storia

Scandicci, ad appena sei chilometri dal centro di Firenze, è una moderna cittadina circondata da dolci e rigogliose colline, punteggiate da elementi storico-artistici che le rendono particolarmente attraenti. Il territorio di Scandicci va dalle sponde dell’Arno, a nord, fino alla valle del fiume Pesa, a sud ovest. In città l’elemento più notevole è certamente il Castello dellAcciaiolo, un fortilizio merlato delimitato da un bel giardino, sede di eventi e concerti soprattutto nel periodo estivo. Costruito all’inizio del Trecento dai Rucellai, il castello prese il nome dalla famiglia fiorentina degli Acciaioli che ne divenne in seguito proprietaria. Sempre nel centro storico sono da segnalarsi le chiese di Santa Maria a Greve San Bartolo in Tuto, che raccolgono preziose testimonianze artistiche, come la tavola trecentesca della Madonna col Bambino di Giovanni da Milano.

Sul colle di Scandicci alto, dove in epoca medioevale si trovava il castello, ci sono la chiesa di San Martino e il complesso di Villa Passerini, con l’annesso ex Istituto Agrario. Non mancano del resto angoli da scoprire in ogni frazione o villaggio del territorio. In prossimità delle Bagnese è invece da visitare la chiesa di San Giusto a Signano, dalla facciata tipicamente seicentesca, con doppio arco ribassato, e che all’interno custodisce una Madonna il Bambino e Angeli del XIV, attribuita a Bernardo Daddi. In posizione più elevata, si trova invece il delizioso borgo di Mosciano, fulcro del quale è la chiesa di Sant’Andrea, che custodisce opere come gli affreschi del XIII secolo (attribuiti) a Corso di Buono e la tavola duecentesca con la Madonna e il Bambino, del pittore pistoiese Manfredino d’Alberto. San Martino alla Palma è una delle frazioni più belle del territorio di Scandicci, le sue principali attrazioni sono la cinquecentesca Villa Torrigiani e l’omonima parrocchia dal panoramico loggiato del XVI secolo.

Nel vicino borgo di Rinaldi sorge Villa Antinori, interamente trasformata agli inizi del secolo scorso. In località Viottolone, preceduta da un lungo viale alberato, s’innalza sulle pendici della collina la Villa di Castelpulci, magnifica residenza campestre della famiglia Riccardi, che mantiene ancora il suo aspetto scenografico settecentesco. A Settimo vale la pena una sosta all’antica Pieve di San Giuliano, di origine romanica. La chiesa, rimaneggiata nel XVII secolo, custodisce la venerata Madonna dei Fiori, opera in terracotta dipinta della bottega di Donatello. La presenza più rilevante di tutto il territorio di Scandicci è però, sempre in questa località, la Badia di San Salvatore e San Lorenzo: la chiesa (d’impianto romanico) e il relativo museo, sono impreziositi da numerose opere d’arte, a partire dalla Cappella di San Jacopo, affrescata nel 1315 da Buffalmacco, e in cui si possono ammirare anche alcuni affreschi di Domenico Ghirlandaio. Resta infine da segnalare il Museo di Paleontologia e mineralogia di Scandicci, gli imponenti ruderi del Mulinaccio, nella zona di San Vincenzo a Torri; e l’occasione di un’immersione nella natura grazie al Parco di Poggio Valicaia.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Scandicci
&
Il territorio
Paesaggio Via degli Dei tra Firenze e Bivigliano

Firenze e Area Fiorentina

Intorno a Firenze un patrimonio fatto di ville, castelli, boschi incantati e colline
La potenza dell’arte e la vitalità della cultura di Firenze, da tempi lontani, hanno un’energia tale da espandersi con forza pressoché in tutta la Toscana. ...
Approfondiscikeyboard_backspace