fb track
Cascina
Photo ©Attilakk

Cascina

città del mobile e dell'abilità artigiana

Cascina conserva ancora il suo aspetto medievale, un’epoca che l’ha vista contesa tra le ben note rivali Pisa e Firenze. Una nota battaglia che la riguarda si trova anche in alcuni disegni preparatori di Michelangelo, che avrebbe dovuto poi affrescarla a Palazzo Vecchio a Firenze.

La sua storia, però, risale con sicurezza ai Romani, che la edificarono con la tipica forma del castrum. Certo è che nel Medioevo si innalzarono quelle costruzioni che possiamo osservare ancora oggi, prima su tutte la cinta muraria duecentesca, con le sue ben dodici torri, ma che oggi si conserva in parte.

A rimanere per affascinare è invece la pieve di Santa Maria Assunta e di San Giovanni, centro originario dell’abitato. Si tratta di una chiesa in stile romanico pisano dall’imponente facciata, che sorprende però all’interno con una struttura elegante e raffinata. Tra le colonne in marmo di Carrara, si conserva una Madonna con Bambino in terracotta, opera di Benedetto da Maiano, scultore del Quattrocento proveniente da Firenze.  

Colpiscono anche le capacità degli artigiani del posto, che con le loro abili e sapienti mani hanno saputo fare di Cascina la città del mobile. Questa attività di lavorazione del legno ha sicuramente radici antiche, perché persino la farmacia della Certosa di Calci pare provenire da qualche bottega cascinese. Tutta la storia di questo settore è confluita nel Museo delle Arti e Mestieri del Legno, visitabile all’interno della Mostra Permanente del Mobile.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Cascina
&
Il territorio
Arno, Pisa

Valdarno Inferiore

Borghi caratteristici circondati dalla campagna
Il Valdarno presenta un paesaggio in cui le colline tipicamente toscane dei dintorni di San Miniato, coperte di oliveti e costellate da cittadine e borghi medievali, contrastano con il fondovalle ...
Approfondiscikeyboard_backspace