Museo forestale Carlo Siemoni
account_balanceMusei

Museo forestale Carlo Siemoni di Badia Prataglia

per consocere al meglio la flora e la fauna dell' Appennino

Poppi
Il museo, istituito nel 1985 e trasferito presso il Corpo Forestale dello Stato-Posto fisso di Badia Prataglia nel 1992, è dedicato all'ingegnere forestale boemo Karl Siemon, chiamato ad amministrare le foreste casentinesi dal granduca di Toscana Leopoldo II nel 1837. Ospita foto, gigantografie di flora e fauna dell'Appennino, un plastico della geologia del territorio, ricostruzioni di ambienti naturali, una xiloteca e reperti tassidemizzati di mammiferi appenninnici. In relazione con il museo è l'arboreto "Carlo Siemoni" intitolato all'ingegnere forestale che lo ha impiantato a metà dell'Ottocento allo scopo di creare un sito di sperimentazione e acclimatazione di specie forestali esotiche, autoctone e  alberi secolari di numerose specie.

Orario:
su prenotazione

Prezzo:
gratuito

Accesso handicap:
NO

Contatti:

via Nazionale 14/b
Badia Prataglia
POPPI (AREZZO)
Telefono: 0575 559155; 0575 583763
E-mail: pf.badiaprataglia@corpoforestale.it
Poppi
Dal Castello dei Conti Guidi al bellissimo Eremo di Camaldoli
La storia del bel borgo di Poppi è legata alla famiglia dei Conti Guidi e al loro Castello, al punto che scoprire Poppi significa ripercorrere le vicende che nel corso del medioevo hanno dato vita al loro imponente maniero. Il disegno del Castello, costruito nel XIII secolo, è attribuito dal Vasari a Lapo, maestro di Arnolfo di Cambio. ...
Approfondiscikeyboard_backspace