La Rocca di Civitella Val di Chiana
Monumenti

La Rocca di Civitella Val di Chiana

All'interno del borgo medievale uno dei migliori esempi di architettura fortificata della regione

Civitella in Val di Chiana

Sotto la cittadina di Civitella una delle testimonianze meglio conservate dei fortilizi di origine Longobarda, si ergono i possenti resti della Rocca di Civitella in Val di Chiana,  costruito tra il VI e VII secolo su questa zona elevata posta tra la Val d'Ambra e la Val di Chiana perchè buon punto strategico per controllare l'Italia centrale. Il borgo è racchiuso da una cinta muraria medievale  di forma ellittica, intervallata da torri quadrate e da porta d'accesso chiamata Aretina, che si unisce all'edificio della Rocca. Essa eretta nel 1200, per volere del vescovo aretino Guglielmino degli Ubertini, è il classico esempio di castello - recinto di forma quadrangolare con il mastio svettante dall'angolo occidentale. Le caratteristiche principali  della costruzione, il portale con arco sestiacuto, le finestre ad arco ribassato e l'uso di materiali e tecniche mai adoperate in quell'epoca, ne fanno un esempio "colto" di architettura fortificata. Lo stato di conservazione attuale è dovuto alle distruzioni compiute dall'esercito tedesco nel 1944, che distrussero gran parte del paese.

 

 

 

 

Civitella in Val di Chiana
Una delle testimonianze meglio conservate di fortilizi longobardi
Civitella in Val di Chiana esisteva già in età etrusco-romana, come testimoniano i ritrovamenti archeologici con iscrizione etrusche presso Viciomaggio e nella chiesa di San Pietro a Ciggiano. Più tardi gli insediamenti etrusco-romani, diventeranno forti longobardi, come Gaenne la rocca di Civitella, con le caratteristiche di sorgere su colli notevolmente rialzati e capaci di controllare le ...
Approfondiscikeyboard_backspace