Skip to content

Petite Messe Solennelle

music_note
Musica

L' originalissima messa di Gioachino Rossini al Teatro Manzoni di Pistoia

Il 23 dicembre, al Teatro Manzoni di Pistoia

Coro Filarmonico di Torino “R. Maghini”
Claudio Chiavazza direttore e maestro del coro
Arianna Vendittelli soprano
Valentina Vanini mezzosoprano
Valentino Buzza tenore
Mauro Borgioni baritono
Andrea Rebaudengo  pianoforte
Antonio Valentino pianoforte
Matteo Cotti armonium

Gioachino Rossini 
Petite messe solennelle 
per 4 soli, coro misto, 2 pianoforti e armonium

«Buon Dio, eccola terminata questa povera piccola messa. Ho composto della musica sacra (“musique sacrée”) o della dannata musica (“sacrée musique”)? Ero nato per l’opera buffa, e Tu lo sai bene! Poca scienza, un po’ di cuore, e questo è tutto. Sii dunque benedetto e accordami il Paradiso!» Così Gioachino Rossini scriveva sulla partitura autografa della sua Petite Messe Solennelle, l’«ultimo peccato mortale» della sua vecchiaia, come lui stesso lo definì, venuto alla luce cinque anni prima della sua morte durante l’esilio dorato di Passy, alle porte di Parigi. 

Questa  ‘piccola’, originalissima messa, non destinata all’uso liturgico, fu concepita per un organico cameristico di 4 voci soliste, 8 coristi, 2 pianoforti e un armonium ed eseguita nel 1863 per pochi eletti spettatori nella dimora del committente ed amico, il banchiere Conte Alexis Pillet-Will. 

Nel 1867 la composizione venne poi sottoposta dallo stesso autore ad un raffinato lavoro di orchestrazione, ma al Teatro Manzoni potremo ascoltare la suggestiva versione originale, con il coro numericamente ampliato per rendere giustizia all’acustica della grande sala.