fb track
Arezzo, Aretino
Arezzo map

Arezzo

Dai luoghi del film "La vita è bella" al Carnevale di Castiglion Fibocchi

Il territorio di Arezzo riesce a offrire un patrimonio naturalistico e artistico molto vasto, nonostante l'area relativamente concentrata. È circondato a nord dal Casentino, la valle attraversata dal primo tratto dell’Arno; a est dalla Valtiberina; a sud dalla Valdichiana, una pianura ricavata dalla bonifica di preesistenti paludi il cui più significativo corso d'acqua è il canale maestro della Chiana; e infine, a ovest, dal vicino Valdarno Aretino. 

Di Arezzo colpisce la sua piazza Grande, i cui scorci ci sono apparsi magari in qualche celebre film, come “La vita è bella” di Benigni, ma non si può non menzionare un grande nome che, da solo, rende la città una meta immancabile: Piero della Francesca. L’artista, con i suoi affreschi, ha fatto della Basilica di San Francesco una delle bellezze del territorio aretino. È questa una terra anche di lunghissima storia, come dimostrano le molteplici testimonianze etrusche; di fede, come quella dei pellegrini lungo la Via Romea; e di antiche tradizioni, prima su tutte la celebre Giostra del Saracino, un torneo medievale dal gusto cavalleresco, ma anche il particolare carnevale di Castiglion Fibocchi, fatto di affascinanti costumi barocchi che animano il paese da tempo immemore. Il gusto del passato come qualcosa di vivo e attuale lo si percepisce anche nella scenografica e nota Fiera Antiquaria, che riporta tra la gente pezzi di storia pronti a rivivere in qualche nuova collocazione.

Di questo territorio si è detto che forse persino l'Arno abbia avuto poco simpatia, curvando all'improvviso nei pressi di Capolona per dirigersi a Firenze e a Pisa. Chissà se invece – ci viene da dire conoscendolo meglio – che proprio in questo punto, certe meraviglie non abbiano strappato all'Arno un sorriso e che quella U che ha disegnato con il suo corso altro non sia se non l'esito di un viaggio piacevole nelle terre di Arezzo.