In viaggio da Pienza a Montepulciano

Tre giorni slow in Val d’Orcia: vino, terme e natura

Dolci colline di un verde mai visto prima, filari di cipressi che si rincorrono, casolari che dominano le alture. Viaggiare in Val d’Orcia, dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità, è un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: lasciatevi riempire gli occhi dai colori intensi della terra, sedetevi a gustare un bicchiere di Brunello, respirate l’aria fuori dal tempo di borghi come San Quirico, immergetevi nelle acque termali di Bagni San Filippo. Concedetevi il lusso di scoprire questo angolo di Siena lentamente, anche se avete a disposizione solo tre giorni di tempo.

location_on
1
Primo Giorno

Da Pienza a Monticchiello

Partiamo da Pienza, il gioiello rinascimentale creato da Pio II che sognava di trasformare il paese dove era nato in una città ideale. E indubbiamente c’è un fascino unico in questo borgo dove i vicoli e le piazze si incastrano secondo un preciso disegno di prospettive geometriche, con il Duomo che si staglia maestoso nella piazza centrale e le antiche botteghe da cui esce il profumo inimitabile del celebre pecorino.

Chi viaggia in coppia non può perdersi una passeggiata nelle strade romantiche del centro storico, come la via del Bacio o la via dell’Amore, da cui si gode un bellissimo panorama.
Per fare il pieno di bellezza, ci spostiamo nel piccolo borgo fortificato di Monticchiello, immerso nella campagna senese: dall’alto delle sue mura si puà ammirare uno dei tramonti più suggestivi di tutta la Val d’Orcia.

location_on
2
Secondo Giorno

Una giornata di relax alle Terme

La seconda tappa è dedicata a un classico delle terre di Siena: le terme. A Bagno Vignoni troverete non solo uno stabilimento termale dove rigenerarvi ma potrete ammirare la straordinaria Piazza delle Sorgenti: una grande vasca di pietra che raccoglie le acque della sorgente termale che sgorga qui da ben duemila anni. Uno spettacolo unico, soprattutto alla sera, quando il vapore che si alza dalla vasca trasforma il cuore del borgo nel set di un film.

Concludiamo la giornata con un calice di vino a Montalcino, ovviamente Brunello, magari degustato in una delle tantissime cantine del Consorzio.

location_on
3
Terzo Giorno

In vespa a Montepulciano

Concludiamo la vacanza con un’escursione davvero speciale, che vi porterà indietro nel tempo. Con Vintage Tours a Montepulciano potete noleggarie vespe e lambrette d’epoca e guidare in totale libertà per i sentieri più belli della Val d’Orcia, oppure affidarvi a uno delle loro escursioni guidate, che vi condurrano in luoghi davvero magici, come la Quercia delle Checche, uno splendido albero secolare che ha più di 400 anni.

&
Altre proposte
&
Enogastronomia