Sillano

Sillano

Paesaggi sospesi sui monti al confine tra Toscana ed Emilia-Romagna

Sillano è il comune più a nord della provincia di Lucca e segna il confine tra Toscana ed Emilia Romagna. Nel suo territorio, lungo la strada che porta al Parco dell’Orecchiella, si può ammirare il bel lago artificiale di Vicaglia.

Un’antica iscrizione della Chiesa di San Bartolomeo narra la storia (o leggenda) del paese, che dice così: “Sillano fondato da Lucio Silla l’anno 652 di Roma, accolto sotto la protezione estense l’anno 1430”. Il primo nucleo del borgo fu probabilmente un insediamento sorto in località Castellaccio, una fortezza di cui alcuni secoli or sono erano ancora visibili le vestigia. Secondo la tradizione, inoltre, il cristianesimo si diffuse da queste parti prestissimo, sin dal III secolo dopo Cristo, al tempo del papato di San Eutichiano (275-283 d.C.). Nel Medioevo il borgo di Sillano assunse poi una certa importanza trovandosi lungo una strategica via di comunicazione che rimase a lungo uno degli unici valici che congiungevano l’Italia centrale a quella settentrionale.

Della storia antica di questi luoghi rimangono ancor oggi testimonianze, soprattutto nelle frazioni. Il Castellaccio sopravvisse finché perdurarono le ragioni storico-sociali che ne avevano determinato l’insediamento, poi a poco a poco il centro abitato si spostò più in basso. Il nuovo nucleo sorse attorno alla chiesa parrocchiale dedicata a San Bartolomeo nei primi anni del ‘400. Tuttavia la prima chiesa di Sillano è stata quella di Santa Caterina, nell'antico nucleo abitato del Castellaccio. Attorno al borgo vero e proprio gravitano i piccoli centri di Cerigliana e Casine.

A testimonianza della notevole tradizione cristiano-cattolica della zona, nella chiesa della piccola frazione di Rocca Scoraggio è possibile ammirare una importante reliquia, un Volto Santo che è in realtà un imponente crocifisso tunicato databile tra XIII e XIV secolo, ispirato al celebre Volto Santo di Lucca. Il crocifisso, di grandi dimensioni, ha subito un restauro tra il 1996 e il 1999, che ha permesso, nonostante le pessime condizioni di conservazione, di identificarne i materiali costruttivi, ovvero legno, cartapesta e tela, riconoscendone le pregevoli qualità artistiche.

Tutto il territorio del comune, esteso tra il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e quello dell’Orecchiella, è un invito agli escursionisti e agli amanti della natura e del trekking, che potranno qui scoprire un fascio di sentieri invitanti e scenari di notevole suggestione.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Sillano
&
Il territorio
Garfagnana

Garfagnana

Una terra ricca di storia e boschi incontaminati
Un territorio incantevole, racchiuso tra le Alpi Apuane e l'Appennino Tosco-Emiliano e solcato dal fiume Serchio, ricco di storia e tutto da scoprire. ...
Approfondiscikeyboard_backspace