Pieve di San Pietro a Romena, Pratovecchio

Pratovecchio

Delizioso borgo del Casentino città natale di Paolo Uccello

Pratovecchio è un piccolo borgo medievale la cui architettura, con l’affascinante piazza centrale il cui perimetro è interamente coperto da un porticato in pietra serena, è la fedele espressione della sua storia. Una storia di fede, testimoniata dalla presenza, nel borgo, di due monasteri di suore camaldolesi e domenicane; e di potere, rappresentato plasticamente dalla presenza del maestoso Castello di Romena, una fortezza dei Conti Guidi, citata anche da Dante nel XXX canto dell’Inferno.

Il Castello è un bel fortilizio che domina da una posizione vantaggiosa sia il paese di Pratovecchio che tutto il Casentino. Dell’insieme restano in piedi il cassero, tre torri e parte delle tre cerchie murarie. L’accesso al complesso è possibile da due porte: le cosiddette porta Gioiosa e porta Bacia. Al cassero si accede da una torre, dotata di un affascinante ponte levatoio e circondata da un fossato, e una volta all'interno si possono vistare i due nuclei della struttura: la cosiddetta casa del Podestà – il palazzo residenziale dei conti Guidi di Romena –, e il mastio, la torre più alta. Le mura presentano ancora dei beccatelli, che hanno il compito di sorreggere il camminamento di ronda in legno.

Non lontano dal borgo sorge l’imponente Pieve di San Pietro a Romena, una delle maggiori testimonianze dell’architettura romanica nel Casentino. La facciata, semplice e rustica, è fatta di pietre conce, mentre alla sua sinistra svetta un tozzo ma solido campanile. Splendido l’abside, col suo doppio ordine di arcate coronate da una trifora e due bifore. All'interno, a tre navate, si possono ammirare colonne monolitiche arricchite da notevoli capitelli con finissime decorazioni a fogliame.

Ma la cosa più bella da visitare nel territorio di Pratovecchio è certamente lo splendido Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, uno scenario ideale per gli amanti della natura, della montagna e del trekking.

Pratovecchio ospita ogni due anni, a settembre, Forme del legno, una manifestazione che coniuga arte, artigianato e tutta la cultura legata alla lavorazione legno. Uno dei vanti di questo piccolo borgo è quello di aver dato i natali a Paolo di Dono, detto Paolo Uccello, splendido artista rinascimentale e maestro della prospettiva.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Pratovecchio
&
Il territorio
Foliage, Casentino

Casentino

Una vallata boschiva circondata dagli Appennini, che accoglie i luoghi della fede
Terra di boschi e monumenti della fede, di silenzi profondi e di rivoluzioni dell’anima, il Casentino parla il linguaggio della meditazione e del raccoglimento. ...
Approfondiscikeyboard_backspace