Piste da sci - Abetone

Abetone

La meta ideale per vacanze tra sport e natura

Leggi la storia Abetone su logo toscana ovunque bella Abetone Viaggio alla scoperta delle terre di nessuno Un popolo battagliero sul valico del ParadisoLeggi la storia

Il territorio di Abetone, noto comunemente come “L’Abetone”, è al centro di quella che può essere considerata la più celebre stazione sciistica dell’Appennino tosco-emiliano, e il Passo a cui il centro deve il nome (quello dell’Abetone, posto a quota 1388 metri), deve la sua fama alle cime che gli fanno corona.

Il territorio che si estende attorno alle simboliche Piramidi dell’Abetone, simbolo dell’antico confine tra Granducato di Toscana e ducato di Modena, è immerso in un’imponente foresta di conifere, e tutta la zona è una destinazione ideale per gli amanti della natura e degli sport invernali (e non).

La bella Val di Luce, perfettamente attrezzata per gli sport invernali, è una meta invitante durante tutto l’anno, grazie alla sua nutrita proposta di percorsi segnati per le escursioni e per il trekking, senza dimenticare, per coloro che vogliano approfondire la conoscenza della flora appenninica, del bel Orto Botanico, cui fa capo uno dei cinque itinerari dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese. Durante la stagione invernale la frequentatissima stazione sciistica con le sue piste di ogni grado di difficoltà e un paesaggio ampio, ove le cime brulle si alternano alle pendici boscose, è una meta ambita dagli appassionati della neve.

Durante la bella stagione, accantonata temporaneamente la vocazione sciistica, l’Abetone diviene, in virtù delle numerose possibilità escursionistiche, un luogo privilegiato per chi voglia vivere a contatto con il paesaggio, la flora e la fauna appenniniche. Se per una conoscenza approfondita dei sentieri è necessario far riferimento alla cartografia del Club Alpino Italiano (CAI), qui si suggeriscono alcuni percorsi di notevole interesse paesaggistico.

Partendo da Boscolungo, in circa due ore e mezzo di cammino lungo un percorso dalla forte pendenza ma assai suggestivo, si raggiunge il Monte Libro Aperto (a 1937 metri d’altezza), dal quale si gode un vastissimo panorama e da dove è possibile, dopo altre due ore, raggiungere il Monte Cimone che, con i suoi 2.165, è la più alta vetta dell’Appennino tosco-emiliano. Sempre da Boscolungo altri due percorsi di grande interesse raggiungono quote elevate: il primo, da percorre in tre ore, conduce - dopo aver oltrepassato le sorgenti del torrente Sestaione - a Foce di Campolino (a quota 1775); il secondo, noto come “variante dei laghi”, richiede un’intera giornata e tocca diversi suggestivi laghi di alta quota. Tra questi, il lago Piatto della Val di Luce, in un aspro paesaggio dominato dall’imponente architettura dell’Albergo Farinati.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Abetone