Parco regionale della Maremma: il buttero

Via dei Cavalleggeri

Scenari mozzafiato dalla Maremma alle Apuane

La Via dei Cavalleggeri è un’ippovia che collega tutte le torri di avvistamento costiere delle province di Pisa, Livorno e Grosseto e che partendo dalla Maremma attraversando i Parchi Regionali di Maremma, di San Rossore e delle Alpi Apuane si ricongiunge sulla Via Francigena in Lunigiana. Il progetto ripercorre il sistema difensivo costiero del Granducato di Toscana che era costituito da torri e forti collegati tra loro e con i centri urbani fortificati presenti lungo la costa, dalla via dei cavalleggeri.

Difatti a partire dal XVII secolo alle torri furono affiancate anche postazioni di alloggio e ricovero per il "Corpo dei Cavalleggeri" addetto alla vigilanza costiera. Costituivano una linea continua di 81 località fortificate ad una distanza media di circa 3,5 km tra loro. Questo sistema si era ampliato dopo il XVI secolo, di pari passo all’espansione del territorio granducale inglobando e rafforzando i sistemi difensivi del Principato di Piombino e dello Stato dei Presidi.

La via dei cavalleggeri rappresenta un pezzo di grande storia, una strada nata per proteggere il territorio dai pericoli che venivano dal mare: pirati e corsari, malattie e contrabbando, quello che era il sistema difensivo costiero della Toscana. Il percorso dell'Ippovia del Casentino si snoda lungo 210 km divisi in sei tappe e tocca alcuni dei luoghi più suggestivi della zona come i borghi di Bolgheri, Montescudaio, Castelnuovo Misericordia, Guardistallo e ancora si addentra nelle riserve naturali della Macchia della Magona o del Parco di Montioni.

Luoghi che potrete raggiungere a cavallo percorrendo sentieri, mulattiere e strade bianche in un percorso che allieterà i vostri occhi con panorami unici e renderà la vostra vacanza un gioiello da tenere gelosamente custodito per sempre nella memoria.

Per approfondimenti, numeri utili e informazioni: clicca qui

Per visualizzare il percorso sulla mappa:  clicca qui