Populonia

Traversata del Promontorio

Percorrendo il Promontorio di Piombino tra ruderi e una magnifica macchia mediterranea fino a Populonia

Questo itinerario segue la strada tagliafuoco che percorre in cresta il promontorio di Piombino. Il punto di partenza si raggiunge percorrendo la strada che sale nel quartiere Ghiaccioni; la strada termina, dopo una salita, nei pressi di uno slargo. Per tornare al punto di partenza è altamente consigliata la via del mare dal porticciolo di Baratti a Piombino (trasporti organizzati in estate).

Punto di partenza:
Salivoli, loc. Ghiaccioni

Punto di arrivo: Populonia, loc. Reciso
Lunghezza: 6,9 km
Dislivello: 190 mt in salita e 135 in discesa
Durata: 2 ore e 30 min. a piedi


Dallo slargo dove si lascia l’auto s’imbocca la strada che inizia a salire sul promontorio. Dopo circa 2,5 km si raggiunge quota 235 metri nei pressi di Campo alla Sughera. La strada prosegue in cresta passando nei pressi di Monte Massoncello e Poggio Grosso (entrambi sulla sinistra). Si scende costeggiando le pendici del Monte Pecorino (sulla destra) fino ai ruderi della chiesetta di San Quirico (182 mt e 5,3 km dalla partenza). Un centinaio di metri prima della chiesa parte sulla sinistra il sentiero verso Poggio Tondo che domina il vallone di Fosso San Quirico ricoperto da una magnifica macchia maditerranea; lungo il sentiero s’incontrano i ruderi della Pieve e del Monastero di San Quirico che risalgono rispettivamente al IX e all’XI secolo. Tornati sulla strada principale si prosegue facilmente fino al Reciso dove s’incontra la strada asfaltata che collega Baratti con Populonia.

&
Altri itinerari
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In rutrum dui eu volutpat vestibulum.