Tour in bici dell'Elba ovest

Tra paesaggi marini unici

Un itinerario impegnativo, adatto ai ciclisti allenati, per la presenza di un profilo altimetrico vario con frequenti saliscendi, ma che regala panorami mozzafiato su Portoferraio e il Golfo di Lacona

PERCORSO
Punto di partenza e arrivo
: Portoferraio
Lunghezza: 76.7 km
Dislivello: 1.310 m circa
Altimetria: min. 1 – max. 370
Tipo di strada: asfalto
Difficoiltà: impegnativo

Note: non ci sono salite molto impegnative ma, nel complesso l'itinerario presenta un profilo altimetrico vario con frequenti saliscendi. Molte le possibilità di sosta per ristoro e rifornimento acqua.

Si parte da Portoferraio seguendo le indicazioni per Porto Azzurro. Alla terza rotatoria si prende a sinistra aggirando la Baia di Portoferraio transitando nei pressi delle Terme di San Giovanni. Una breve salita porta all'area archeologica della Villa Romana della Grotta da dove si apre un bel panorama su Portoferraio. In leggera discesa si oltrepassa il bivio per Bagnaia (a sinistra) proseguendo in direzione di Porto Azzurro.

La strada lambisce i campi di golf in località Acquabona per arrivare al bivio di Lacona dove si gira a destra in leggera pendenza per un breve tratto. Poco dopo si pedala lungo costa per circa 3 km con una bella vista sul Golfo Stella. Si procede in pianura fino ad un bivio dove si tiene la sinistra dirigendosi verso i campeggi e il golfo di Lacona seguendo le indicazioni per Marina di Campo.

Ben presto inizia la pedalabile salita di circa 2 km verso la località nota come Passo del Monumento dove, nei pressi di uno slargo, inizia la discesa verso Marina di Campo. Oltrepassato il ponte sulla Foce si prosegue sulla strada principale fino alla rotatoria: si maniene la sinistra seguendo le indicazioni per Cavoli. Si attraversa l'abitato di Marina di Campo (22,2 km) in direzione Cavoli.

Superato il Colle Palombaia si torna a pedalare nei pressi della costa. Inizia qui un tratto molto spettacolare che lambisce le spiagge di Cavoli, Seccheto e Fetovaia. A questo punto la strada segue fedelmente la costa occidentale con leggeri e continui saliscendi e, dopo essere passati nella zona delle Tombe, si raggiunge Pomonte e, ancora in saliscendi, si pedala lungo un profilo movimentato fino a Chiessi e al tornante di Punta Nera che offre una vista superba sulla costa e sul mare aperto.

Da questo momento inizia la salita (circa 12 km) verso Marciana passando per Colle d'Orano e Zanca, ottimo punto di vista sulla baia di Sant'Andrea. Oltrepassata la zona di Campo al Castagno la strada procede con un andamento ricco di curve verso l'entroterra di Marciana (48,6 km). Al bivio, usciti dal paese, nei pressi del parcheggio della cabinovia, si prosegue dritti verso Poggio. Dopo circa 1,3 km si incontra sulla destra l'edificio della Fonte Napoleone e la fonte vera e propria dove si consiglia di riempire le borracce con acqua fresca. Da Poggio inizia la discesa movimentata da tornanti e frequenti cambi di direzione verso Marciana Marina (56,8 km) e la costa.

Usciti dalla zona abitata di Marciana Marina si aggira la Punta della Crocetta per continuare fino al golfo di Procchio (64,3 km). Da qui si comincia nuovamente a salire seguendo le indicazioni per Portoferraio. Si scollina dopo circa 4 km in località Colle Pecoano; la strada diventa scorrevole e prevalentemente pianeggiante fino al bivio per la Biodola (a sinistra) dove si prosegue in discesa fino a Portoferraio (76,7 km).

Cover image credit: Fleig photography

&
In bicicletta