Photo ©notti-archeologia

Sulle tracce degli antenati Etruschi

Mare e storia lungo la costa livornese

Il percorso ha inizio e fine nell'incantevole città di San Vincenzo, a due passi dal porto e dal suono dolce delle onde del mare. Un luogo ideale per assaporare i colori e l'atmosfera della costa

PERCORSO
Punto di partenza e arrivo: San Vincenzo
Lunghezza: 40 km
Dislivello: 312 m
Altimetria: min. 2 – max. 200
Tipo di strada: asfaltata
Difficoltà: media

Note: L’unica parte impegnativa dell’itinerario è rappresentata dalla salita verso Campiglia. Soste consigliate nei pressi del Golfo di Baratti e, per gli amanti delle sorgenti termali, al lago caldo del Calidario (Venturina). Nel periodo estivo la via Principessa può essere trafficata ma si pedala su ciclabile dal paese fino alla Torraccia.

Possibile estensione: Dal porticciolo di Baratti si può salire alla Rocca di Populonia; si pedala 2 km in salita con alcuni strappi impegnativi, ma la fatica vale la pena per il magnifico panorama che si può ammirare dal promontorio di Piombino. Con l’estensione il percorso misura 45 km con 460 m di dislivello.

Da San Vincenzo si parte verso sud imboccando la via della Principessa che in pianura segue la costa inoltrandosi nel Parco Naturale di Rimigliano. Dopo circa 11 km si esce dalla pineta in località La Torraccia. In leggera salita si raggiunge il bivio per Baratti (12 km): si gira a destra, prima in salita e poi in discesa verso lo scenografico Golfo di Baratti.

La strada passa tra la spiaggia e la necropoli di Populonia. Raggiunto il porticciolo di Baratti (15 km) si torna indietro sulla stessa strada fino all’innesto sulla Via della Principessa (18 km); all’incrocio a T si piega a sinistra e, subito dopo a destra, sulla strada delimitata da grandi pini, in direzione di Venturina che si raggiunge dopo 7,2 km (oltrepassando con un evidente viadotto la S.S. 1 Aurelia a 4 corsie).

Raggiunta la vecchia Aurelia (25,5 km) si piega a destra fino all’ingresso del paese di Venturina. Dopo 700 m si gira a sinistra seguendo le indicazione per il centro termale Calidario. Si prosegue oltre le terme attraversando (circa 1 km) il paese fino ad un evidente quadrivio (27,3 km). Qui si gira a sinistra in salita pedalando per poco più di 3 km fino ad un incrocio dove si prosegue fino al borgo di Campiglia Marittima (31,8 km) che si affaccia sulla sottostante Val di Cornia. Da Campiglia si prosegue lungo una discesa veloce (circa 6 km) fino al cavalcavia che oltrepassa la S.S. 1 Aurelia. Raggiunta la S.P. 39 “Vecchia Aurelia” (38,7 km) si piega a destra raggiungendo rapidamente (falsopiano in discesa) il paese di San Vincenzo (40 km).
&
Famiglie e bambini