Fosdinovo, tra le valli della Lunigiana

Lunigiana e Riviera Apuana

La Toscana più alta e più aspra da scoprire e ammirare sulle due ruote

Cinta a nord dall’appennino che la divide dall’Emilia Romagna e a sud dai bagliori dolomitici delle Alpi Apuane, con la nuda, scolpita bellezza delle loro cave di marmo a cielo aperto, la Lunigiana è un angolo di Toscana con una storia tanto antica quanto poco conosciuta (è la “terra di Luni” con la sua civiltà pre-cristiana) che si offre al visitatore con una natura esuberante e incontaminata, l’atmosfera selvaggia dei boschi da cui emergono, nell’ordine sparso dato dalla morfologia irregolare delle valli, borghi arroccati, castelli e torri.

Terra di confine e ricca di storia, costituisce una via di comunicazione che oggi, svuotata dal traffico pesante dopo la costruzione dell’autostrada, è una impegnativa, appagante sfida per ciclisti dalla gamba allenata.

Dalla cittadina di Pontremoli si può partire alla scoperta dei tesori nascosti di questa terra. A Villafranca, dentro un vecchio mulino, si può visitare il Museo Etnografico che apre un flashback sulla cultura contadina della valle del Magra. Chi scopre la Lunigiana in bicicletta si trova a pedalare (e lo stesso vale anche per le vicine Alpi Apuane) in uno scenario di montagna, ma con i profumi e la dolcezza del clima che salgono dal mare. Degne di una visita sono anche le località affacciate sul mare, come Massa.

Il riferimento web più utile per orientarsi sul territorio è www.turismomassacarrara.it. Una funzione interna di ricerca consente di ottenere informazioni sui principali percorsi in bicicletta sia nella Lunigiana che sul litorale. Per il Parco delle Apuane si può consultare il sito ufficiale www.parcapuane.it con le sue mappe dettagliate e le sue gallerie fotografiche.
&
In bicicletta