Photo ©Alessio Grazi

Lungo il fiume Magra in mountain-bike

Da Pontremoli ad Aulla in bici

Gli appassionati di sport e bicicletta trovano in Lunigiana il loro paradiso naturale.

Proprio in questa zona, passa l'antica Via Francigena che va a interessare alcuni dei borghi più belli della Toscana. In questo itinerario, infatti, si potranno conoscere i tesori culturali e naturalistici di Pontremoli, considerata la "porta" della regione; i castelli e le pievi di Villafranca in Lunigiana; i musei e le fortezze di Aulla.

Castello del Piagnaro a Pontremoli
Mulazzo
Mulazzo

Dalla stazione ferroviaria di Pontremoli si risale il corso del fiume Magra in direzione del Passo della Cisa, e dopo circa 1 km si gira a sinistra. Si entra a Pontremoli dall’antica porta della città, si attraversa il centro storico (piazza Duomo, piazza Repubblica e via Cavour) e si esce dalla Porta Sud. A Pontremoli, tappa obbligatoria della Via Francigena, nella chiesa di San Pietro è conservato un bassorilievo in arenaria del XII secolo raffigurante il labirinto, antico simbolo del pellegrinaggio. Da visitare è l’intero borgo con i suoi ponti medievali, le vie lastricate, le chiese e, nell’antica fortezza del Piagnaro, il Museo delle Statue Stele che conserva le misteriose sculture antropomorfe (III millennio-VI secolo a.C.) ritrovate nel territorio lunigianese.

Superato l’antico e caratteristico ponte sul Magra, si seguono via Caldana, via Primo Maggio e viale Europa. Lasciata Pontremoli, si devia per Ponte Teglia dove si oltrepassa l’omonimo torrente, si entra nel comune di Mulazzo, si supera il torrente Carrara, le località di Arpiola e Groppoli, il torrente Geriola e si sottopassa l’autostrada.

Stele Lunigianesi a Pontremoli
Stele Lunigianesi a Pontremoli

Al cartello stradale che indica Ponte Magra si gira a destra, e si raggiunge Lusuolo percorrendo un piacevole saliscendi nel bosco. Si attraversa l’intero abitato, dall’una all’altra porta; si scende per stretti e ripidi tornanti, e si risale lungo un tratto breve ma ripido fino a Barbarasco. Si prosegue per Aulla toccando il fiume Magra e la località Terrarossa. Ad Aulla meritano una visita il Museo di Storia Naturale presso la Fortezza della Brunella e l'Abbazia e il  Museo di San Caprasio, i cui recenti scavi ne hanno confermato l’importanza lungo la Via Francigena.

&
Arte e Cultura