Spiaggia di Donoratico

La Costa degli Etruschi: l'itinerario perfetto per le due ruote

Dal mare alle colline tra paesaggi e buon vino

Dalla costa verso le colline della Val di Cornia attraverso paesaggi naturali, borghi medievali e prodotti tipici da assaggiare

PERCORSO
Punto di partenza e arrivo:
Donoratico
Lunghezza: 65 km
Dislivello: 670 m
Altimetria: min. 6 – max. 350
Tipo di strada: asfalto
Difficoltà: media

Note: Il punto forte di questo itinerario è la bellissima strada che va da Sassetta a Suvereto, una delle migliori d’Italia da percorrere in bici. I tratti più impegnativi sono le salite verso Sassetta e Campiglia Marittima. Consigliata una sosta nel borgo medievale di Suvereto.

Si parte da Donoratico sulla S.P. 39 Vecchia Aurelia in direzione Cecina. Dopo circa 1 km, in loc. Il Bambolo, si piega a destra sulla S.P. 329 fino a Castagneto Carducci (6,8 km). Oltrepassato il borgo la strada si immerge nel bosco e con un andamento sinuoso raggiunge il Ponte d’Oro dove inizia la salita di circa 2 km verso il passo di Bocca di Valle (12 km). In presenza di un evidente tornante a sinistra si piega a destra verso Sassetta (13,8).

Attraversato il paese si prosegue per circa 1 km in leggera salita e poi in pedalabile discesa verso la Val di Cornia. La strada da un punto di vista ciclistico rappresenta la perfezione: poco traffico e traiettorie di grande contenuto tecnico con tantissime curve. In presenza di un evidente tornante a sinistra si passa nei pressi della fonte dell’Annunziata con i vicini ruderi della chiesa. Si procede fino alla località Prata dove si apre il paesaggio ampio e solare della Val di Cornia: breve salitina e poi ancora discesa fino al borgo di Suvereto (27,1 km). La strada si mantiene fuori dal centro storico. Prima di uscire dal paese si piega a sinistra (non proseguire dritti verso Cafaggio - Venturina) in discesa sulla S.P. 398 in direzione Monteverdi - Monterotondo.

Si attraversa il ponte sul Fosso di Gore e percorsi 3 km da Suvereto si arriva a un bivio (30,4 km): qui si lascia la S.P. 398 che gira a sinistra proseguendo dritti e seguendo l’indicazione per Massa Marittima e Montioni sulla S.P. 19 “di Montioni”. Oltrepassato il ponte sul fiume Cornia si raggiunge un bivio dove si piega a destra prendendo la S.P. 22 “San Lorenzo - Banditelle”. Dopo circa 1,3 km si passa per la frazione di San Lorenzo e poi nei pressi dei vigneti e della cantina di Petra e la fattoria di Casalappi. Breve discesa e curva decisa a sinistra: in corrispondenza della curva c’è un incrocio (39 km).

Ci troviamo al km 4,5 della S.P. 22: si lascia questa strada provinciale e si prosegue dritti per 2 km fino ad un incrocio dove si va a sinistra sulla traiettoria dei cavi dell’alta tensione fino al successivo incrocio a T dove si gira a destra sulla S.P. 21 “Campiglia Marittima - Riotorto" verso la vicina Cafaggio (43,2 km). Da qui si seguono le indicazioni per Campiglia Marittima (circa 4 km di salita): quasi subito la strada guadagna quota e dopo alcuni tornanti raggiunge un incrocio a T: si prosegue a destra, ancora in salita, verso Campiglia Marittima (47,7 km). Dal borgo si pedala in discesa (circa 6 km) fino al cavalcavia che oltrepassa la S.S. 1 Aurelia. Raggiunta la S.P. 39 “Vecchia Aurelia” si piega a destra raggiungendo rapidamente il paese di San Vincenzo (57,2 km) e, successivamente, Donoratico (65 km).



&
In bicicletta