In Maremma sulle strade dei campioni del ciclismo

Un itinerario tra le colline dedicato ai più sportivi

L'itinerario ripercorre fedelmente la strada della Granfondo Massimiliano Lelli, strada asfaltata, segnalata con la sigla GR6 dei percorsi cicloturistici provinciali. Si tratta di un itinerario che richiede un buon allenamento di base sia per il chilometraggio (quasi 170 km) che per l'altimetria (2255 m) che, pur non presentando tratti troppo ripidi, ha un andamento che disegna perfettamente il paesaggio collinare della Maremma alternando lunghi saliscendi. Per chi pedala ad andatura cicloturistica seguendo ritmi lenti si consiglia di completare l'itinerario in 2 o 3 tappe.

Si parte da Manciano sulla S.R. 74 in direzione di Pitigliano in prevalente discesa fino al ponte sul Fiume Fiora (10) dove si prosegue in salita verso Pitigliano che appare dopo circa 6.5 km dal belvedere di Santa Maria delle Grazie. Si arriva nel borgo di Pitigliano percorrendo 1.2 km in discesa e 800 m di salita (18.5). Qui si lascia la S.R. 74 per imboccare la S.P. 4 in direzione di Sorano che si raggiunge senza particolari difficoltà dopo circa 9 km su un tratto scorrevole. Dal centro di Sorano (27.5) si imbocca la S.P. 22 che scende con decisione con tornanti scavati tra alte pareti di tufo nel fondovalle del Fiume Lente.

Oltrepassato il ponte si risale per circa 2 km lungo la S.P. 22 che anche qui risale tra imponenti pareti di tufo passando vicino alla Via Cava di San Rocco. Tornati in quota si raggiunge un altopiano scendendo gradualmente verso Sovana (37.5) con gli ultimi 2 km in veloce discesa con ripida pendenza. Si lascia Sovana in direzione di San Martino sul Fiora passando nell'area archeologica dove si trova la tomba di Ildebranda e il Cavone, importante via Cava etrusca; dopo circa 7 km, oltrepassato il ponte sul Fiora, comincia la salita per San Martino sul Fiora (47.5). L'itinerario prosegue in direzione di Catabbio (ignorando la deviazione a destra per Semproniano) e successivamente sulla S.P. 10 "Follonata" verso Capanne dove si scende in direzione di Saturnia.

Il borgo di Pitigliano - Credit: Foto di VardaHB
Le Terme di Saturnia - Credit: Toscana Promozione Turistica

Oltrepassati il bivio per il borgo di Saturnia e le Terme (62.5) si prosegue in salita panoramica, ancora sulla S.P. 10, fino all'immissione sulla S.P. 159 nei pressi di Montemerano (68.5). Qui si piega a destra scendendo fino al ponte sull'Albegna (72.5) dove comincia la graduale e bella salita verso Scansano (89.5). Raggiunto il centro del paese l'itinerario prosegue in discesa lungo la bella S.P. 160 che, immersa nel verde, si snoda in discesa passando per Pereta (99.5) e successivamente tra le tipiche colline del paesaggio maremmano fino a Magliano in Toscana (107.5).

Da Magliano in Toscana si prende la S.P. 94 "Sant'Andrea" che in costante e piacevole discesa arriva ad oltrepassare il ponte sul fiume Albegna per immettersi sulla S.R. 74: all'incrocio (116.7) si gira destra raggiungendo rapidamente dopo 400 m l'abitato di Marsiliana (125.9) dove si lascia la S.P. 74 per imboccare la S.P. 63 "Capalbio". Per i primi 3 km la strada procede in saliscendi per poi svilupparsi prevalentemente in pianura tra vigneti, campi coltivati e macchia mediterranea. Ancora un tratto di saliscendi prima della la salita di circa 2 km verso il borgo di Capalbio (139.9).

All'incrocio a T si piega a sinistra sulla S.P. 75 "Pescia Fiorentina" che esce dalla zona abitata costeggiando il cimitero. La strada è molto bella, delimitata da muri in pietra e immersa nel verde di oliveti, querceti e lecceti, si sviluppa in prevalente discesa. Dopo 3 km si lascia la S.P. 75 per imboccare sulla sinistra la S.P. 101 "Sgrilla" in direzione Vallerana e Manciano. Dopo 9 km si arriva in località Vallerana (151.9) per raggiungere, un paio di km dopo, un incrocio dove si gira a destra seguendo ancora la S.P. 101 fino alla località La Sgrilla (160.4). Da qui si gira a destra sulla S.R. 74 pedalando in salita per 9 km alla volta di Manciano (169.4).

&
In bicicletta