Photo ©Leopoldo Morandi

In bici dalle colline di Firenze fino a Vallombrosa

Un itinerario nella natura dei boschi fiorentini

Una pedalata attraverso paesaggi da cartolina, immersi nel verde dei boschi della zona di Vallombrosa. Il giro è piuttosto impegnativo; ci vuole molto allenamento e partire alla mattina presto (mesi più caldi), poiché vi sono varie salite da percorrere ed alcune sono assolate.

Prima tappa
Dalla città verso i boschi
Vigneti a Rufina
Vigneti a Rufina - Credit: TOB

Si parte da Firenze e si arriva a Pontassieve, poi si va verso la Rufina ed appena entrati in paese al cartello “Falgano” si gira a destra (un po' prima del ponte). Per raggiungere la località del Falgano si pedala una lunga salita a volte un po' meno dura e si arriva poi a Diacceto; da qui si continua sempre in salita, con qualche breve tratto di falsa pianura.

Il luogo è immerso nel bosco e, nella stagione più calda si può apprezzare una buona frescura. Il paesaggio, dove è libero dal bosco, è da cartolina.

Seconda tappa
L'Abbazia di Vallombrosa
L'Abbazia di Vallombrosa, Reggello

La strada arriva sino ad intersecare quella che va alla Consuma. Allo stop, davanti al cartello per Pelago si gira per la Consuma. Poi arrivati in cima si scollina e si va verso Montemignaio. Si continua su un’altra lunga salita sino alla Abbazia di Vallombrosa e si gira per ritornare verso la Consuma.

Terza tappa
Immersione nella natura
Tra i boschi di Vallombrosa

Il percorso è immerso completamente nella foresta. Allo stop si gira a sinistra e, scendendo, si gira al cartello “Pomino”. Discesa molto lunga a tratti con curve cieche e impegnative, quindi fare attenzione alle auto che arrivano dalla parte opposta della strada. Da questa strada si raggiunge la Rufina. Girando verso sinistra si arriva a Pontassieve. Alla rotonda che interseca varie strade principali, si gira verso Rosano e si arriva a Firenze.

&
In bicicletta