casentino

Foreste Sacre: da Badia Prataglia a Rimbocchi

L'itinerario si snoda lungo i Mandrioli e il Passo Serra, due icone della natura toscana

La quarta tappa del sentiero che attraversa le Foreste Sacre nel Parco del Casentino inizia a Badia Prataglia, un paese circondato da una ricca vegetazione di abeti, faggi, querce e castagni, una realtà costruita soprattutto con la storia di boscaioli e falegnami. Una comunità in cui si può ritrovare se stessi nel silenzio e nella pace della natura.

L’itinerario si snoda per uscire dalle foreste che circondano Badia Prataglia e giungere infine in Vallesanta, alle porte del Sacro Monte della Verna.

Si può abbreviare il percorso salendo direttamente al Passo dei Mandrioli ed evitando la deviazione per Frassineta. Dal Carbonile si segue la strada verso il Passo dei Mandrioli per poche centinaia di metri, voltando poi a sinistra in direzione del Passo dei Lupatti; da qui si raggiunge il Passo dei Mandrioli lungo il crinale.

Dal valico si segue una mulattiera sassosa che si dirige a oriente fino a costeggiare il Monte Zuccherodante sul versante toscano.

Poco dopo si incrocia il sentiero che scende dal Passo della Serra, valico attraversato da una mulattiera che per secoli fu un'importante via fra la Romagna e l'Italia centrale; in un paesaggio ora più aperto si segue il tracciato dell'antica via in direzione della Vallesanta, la valle del Corsalone dominata dal profilo del Monte Penna.

Toccando le case di Serra e poi di Corezzo si scende fino al fondovalle del Corsalone, risalendone il versante opposto fino a Frassineta, in bella posizione panoramica. In breve si scende nuovamente nel fondovalle passando per Cà Santicchio e direttamente a Rimbocchi, nel comune di Chiusi della Verna, località raggiungibile evitando molto dislivello da Serra.