Firenze senza barriere: itinerario di un giorno

Un percorso tra i palazzi e le piazze più belle

I luoghi turistici imperdibili di Firenze che sono possibili da visitare in un giorno. Ecco i monumenti e le bellezze accessibili per vivere tutta la ricchezza di questa incredibile città.

Luoghi di interesse accessibili:

Palazzo Vecchio – Ponte Vecchio – Palazzo Davanzati - Duomo – Museo dell’Opera del Duomo - Palazzo Medici Riccardi – Museo di San Marco – Orto Botanico - Giardino dei Semplici - Galleria dell’Accademia.

In Piazza della  Signoria è possibile visitare Palazzo Vecchio, accessibile, con ingresso in piano sul lato sinistro. Dopo passate alla strabiliante Galleria degli Uffizi: ingresso sul lato sinistro, mediante rampa abbastanza ripida. Necessaria la presenza di un accompagnatore anche per la biglietteria Per i prenotati, ingresso alla porta 1 (accessibile) . Le sale sono accessibili e raggiungibili con ascensore. Si possono visitare alcune sale. In fondo al piazzale degli Uffizi si arriva a Ponte Vecchio (si consiglia di percorrerlo rimanendo al centro del ponte). Tornando indietro si percorre Via Por Santa Maria, Piazza della Repubblica, Via Calzaioli sino al Duomo (marciapiedi raccordati e ampi).

Nella zona di Piazza della Repubblica è possibile fare una deviazione in Via Porta Rossa  per visitare il Museo Davanzati: marciapiede raccordato in prossimità dell’ingresso e da via Pellicceria. Occorre avvisare il personale (non c’è campanello) che deve collocare la pedana mobile al portone principale: dislivello di 12 cm a salire e di 6 cm a scendere (soglia rialzata). L’ascensore (di dimensioni adeguate, porta cm 80) conduce al piano superiore; tutti i passaggi tra le sale presentano soglie rialzate (massimo 6 cm). Presenti servizi igienici per disabili sia a pian terreno che al piano superiore.

Successivamente passate alla Cattedrale: sul lato destro si trova l’ingresso accessibile; l’interno è accessibile in autonomia, ma per arrivare al sagrato occorre superare un gradino di qualche centimetro. Nella piazza la pavimentazione è sconnessa. Davanti è il Battistero, c'è la presenza di un gradino (10 cm) all’entrata e un gradino di 5 cm a scendere, per raggiungere una pedana in legno; per uscire bisogna utilizzare la porta di entrata. L’interno è accessibile con assistenza. La pausa pranzo è consigliata in piazza San Lorenzo.

Da via Martelli per via Cavour (pavimentazione disagevole) si arriva a Palazzo Medici Riccardi ( l'accesso è alla biglietteria Via Cavour  3, la quale presenta 3 gradini). L'ingresso per persone con disabilità motoria è dal n. 1 (marciapiede raccordato alla strada). Attraverso un breve tratto con pavimentazione a lastroni un po’ sconnessi si raggiunge la portineria per farsi aprire il cancello  ed entrare nel cortile interno. L’ascensore (entrando nel primo passaggio sulla destra del cortile – indicazione Percorso museale’ - pulsante 2A) conduce al primo piano per la visita del palazzo e al piano seminterrato per la visita del Museo dei Marmi e ai servizi igienici
Le sale e la Cappella di Benozzo Gozzoli sono tutte accessibili (Cappella dei Magi non accessibile). Il salone di Luca Giordano è raggiungibile mediante ascensore e servoscala.


Il percorso prosegue per via Cavour (preferibile accompagnatore) per difficoltà della pavimentazione e dei raccordi in Piazza San Marco (chiesa non accessibile). Li si trova il Museo di San Marco: il marciapiede non è raccordato ed è stretto dal lato chiesa - si consiglia l’ingresso frontale con aiuto, necessario anche per entrare nel museo per la presenza di un gradino in discesa. L’interno è tutto accessibile mediante rampe e ascensore. Nella bella stagione si può sostare sulle panchine della piazza.

Da Piazza San Marco per via Ricasoli si giunge alla Galleria dell’Accademia completamente accessibile, con servizi attrezzati. L’ingresso e la biglietteria accessibili sono al n. 60. Sono interamente percorribili la sala del Colosso, il museo degli Strumenti Musicali, la galleria dei Prigioni, la sala del Bartolini/gipsoteca (accessibile tramite uno scivolo, leggermente ripido). Accessibili le sale del Trecento e di Giotto ed il bookshop.Prima della scalinata per il piano superiore (sala del tardo ‘300 e raccolta di icone), c’è un bagno attrezzato per disabili – sulla destra – e di fronte un ascensore molto ampio per accedere al piano superiore. Per visitare le sale superiori (tardo trecento, fino a Lorenzo Monaco) ci sono altri due montascale. Tutti i montascale sono stati dichiarati funzionanti (almeno attualmente) – ma tenere conto che talvolta potrebbero essere fuori funzione.


In piazza del duomo si trova inoltre il Museo dell’Opera del Duomo (totalmente  accessibile), ingresso da marciapiede raccordato alla strada di fronte al portone del museo). Infine da visitare l'Orto Botanico – Giardino dei Semplici (via Micheli 3): il marciapiede non è raccordato e l'ingresso è con la soglia rialzata. Il giardino è però accessibile mediante una ampa a scendere, i percorsi esterni presentano fondo a ghiaia. Ampia percorsi odorosi e tattili per non vedenti e ipovedenti con descrizioni in braille. Sono presenti servizi igienici attrezzati e audioguide.  
 
&
Turismo accessibile