Apuane

Da Sant'Anna di Stazzema a Capezzano Monte

Un itinerario tra storia e natura

Un itinerario tra storia e natura lungo un'antica mulattiera che collega i due versanti del Monte Gabberi, dove si trova il paese di Sant'Anna di Stazzema, noto per l'eccidio nazista

Il paese di S.Anna di Stazzema noto per l’eccidio nazista durante la seconda guerra mondiale, si trova sulle pendici del Monte Gabberi ed è raggiungibile dalla vallata di Camaiore. Con l’itinerario che proponiamo, è possibile, percorrendo una antica mulattiera, discendere da S.Anna, fino a Capezzano Monte e a Pietrasanta, compiendo così un collegamento fra i due diversi versanti.

Partendo da Pietrasanta (m.12 s.l.m.), si segue la via Sarzanese in direzione di Capezzano Pianore per pochi km., fino ad incontrare sulla sinistra il bivio per Monteggiori-S.Anna di Stazzema. Si segue questa deviazione e dopo 2,5 km di ripida salita si raggiunge il paese di Monteggiori e successivamente si prosegue verso la Culla. La strada alterna tratti in leggera salita con altri assai ripidi e muovendosi in ambiente sempre molto panoramico, attraversa le pendici occidentali del Monte Gabberi, fino a giungere al piccolo abitato di S.Anna.

Abbandonando a questo punto la strada che prosegue, superato il cimitero, per qualche km., si volta a sinistra e si raggiunge la chiesa. Conviene a questo punto scendere di bicicletta e con bici alla mano (strada massicciata), recarsi a visitare il Sacrario costruito in ricordo delle vittime dell’eccidio nazista. Il monumento si trova in posizione panoramica e merita una sosta. Si riprende il cammino e seguendo in leggera salita le frecce rosse, si prosegue lungo un sentiero che in breve conduce a un ampia sella dove ci si immette in una rotabile sterrata che si segue a sinistra in discesa. Seguendo a questo punto le indicazioni (segno rosso CAI N. 3) si giunge fino al termine della strada, presso alcuni casolari (località Argentiera) e qui scendendo a sinistra, si prosegue (con bici alla mano) per un sentiero piuttosto accidentato. Oltrepassato un trattto roccioso in cui è necessario fare attenzione, si risale con alcuni tornanti ad un colletto (località case Zuffoni), dopo il quale è possibile proseguire in maniera più agevole per boschi di pini fino alle prime propaggini di Capezzano Monte.

Seguendo sempre i segni rossi e il segnavia n.3 CAI, ci si immette in una strada sterrata, quindi in un sentiero che conduce, attraverso le caratteristiche viuzze di Capezzano, fino alla chiesa. Ci si trova a questo punto sulla strada asfaltata che in 5 km. conduce, con numerosi tornanti, verso la piana della Versilia. Si segue verso sinistra, e godendo a lungo di un magnifico panorama, in direzione della costa, si raggiunge in breve Pietrasanta da cui è iniziato il nostro itinerario.

&
In bicicletta