Photo ©Manu Spi

Da Firenze a Reggello: un’escursione in bici nella natura

Un itinerario nel verde della Toscana

Il percorso è destinato a chi ha un allenamento elevato. La partenza è a Firenze. Dunque percorrendo la strada che va verso Pontassieve, scollinando dopo una chiesa sulla sinistra, c’è un cartello per una strada che porta a Vallombrosa.

Castello Conti Guidi, Montemignaio - Credit: LigaDue

Si imbocca la strada e si inizia a salire. Ci sono dei tratti di falso piano; si arriva ad un bivio con una serie di cartelli di indicazione; prendiamo a sinistra: sempre in salita, per arrivare a Vallombrosa.

Arrivati a Vallombrosa, si passa da Secchieta, la cui strada (manto) è molto disconnessa, quindi bisogna fare attenzione. Arrivati al cartello Montemignaio si prosegue per la località sopra indicata; la strada è in discesa ed in diverse curve bisogna fare attenzione al brecciolino per terra; raggiunta la località, dopo una breve visita al castello/borghetto, si gira a destra verso Poppi/Arezzo.

Dopo diversi km si prosegue verso la località Talla. Da questa località si prosegue per il “Passo della Crocina" (672m slm), una strada in salita in cui fare attenzione in estate per l'abbondanza di insetti.

Arrivati in cima al passo, si scollina da questo luogo. Dopo una lunga discesa (che a tratti presenta un fondo stradale con solchi e buche a tranello), si passa per la Setteponti.

Il percorso dei “Setteponti” è una bellissima strada con dei continui saliscendi, ove metti a dura prova la gamba. Questa strada interseca varie località (in sequenza le più note: San Giustino Valdarno, Loro Ciuffenna, Castelfranco e Piandiscò ed altre sino ad arrivare a Reggello. Da qui si continua sino a Donnini e poi si scende, intersecando la strada del Carbonile, fino ad arrivare a Pontassieve ed infine Firenze.

Gli oliveti di Reggello - Credit: Aleferrini
&
In bicicletta