Da Asciano a Sovicille: sentieri di terracotta

A Sud di Siena, attraverso i paesaggi sorprendenti delle crete senesi

Spiegare la loro bellezza non si può. Racchiudono un territorio nudo di boschi, dove domina una linea serpentina, che sale e scende allo stesso ritmo lungo le dorsali di colline basse. Sono le Crete Senesi, inondate di erba o terra argillosa dai colori cangianti, dal giallo al bruno, fino a tenui sfumature grigie, quasi azzurrine. Difficile abituarsi al loro romantico profilo, impossibile tenere a mente tutte le innumerevoli realtà artigianali legate all'estrazione e alla lavorazione della creta.

  • directions_car
    Mezzo di trasporto consigliato
    Automobile
  • access_time
    Distanza da percorrere
    32 km
  • directions
    Durata
    40 min

Ciascun artista la plasma in oggetti di diversa forma e uso: Patrizia Maffei si è specializzata in piccoli soprammobili dipinti a mano con i simboli delle contrade di Siena.

La bottega Marsili fioriere, lo suggerisce il nome stesso, ha spinto la fantasia verso la produzione di contenitori per piante e vasi verticali di grande effetto scenografico.

C'è chi invece si ispira agli antichi motivi ornamentali etruschi per decorare piatti e scodelle di terracotta.

In un quadro di così esperti “argillologi”, spicca la pecora nera del gruppo: il falegname Jordi, uno scultore e pittore di meravigliose tavole lignee. La creatività a volte va controcorrente e noi la inseguiamo qui: http://toscana.artour.it/itinerari/asciano-sovicille-artigianato.

&
Artigianato