Vigne di Donoratico

Castagneto Carducci e la via di Segalari

Itinerario in bici tra borghi e vigneti

Tra borghi e vigneti, poderi e querce secolari, l'itinerario attraversa le colline della Costa degli Etruschi offrendo al cicloturista paesaggi della Toscana più autentica

PERCORSO
Punto di partenza e arrivo
: Donoratico
Lunghezza: 21 km (18 km il percorso ridotto)
Dislivello: 210 metri circa
Altimetria: min. 20 – max. 195
Tipo di strada: secondarie asfaltate (2,7 km su sterrato)
Difficoltà: medio - impegnativo

Note: Questo itinerario richiede un minimo di abitudine alle salite e prevede un passaggio su strada sterrata percorribile anche con bici da turismo. Il tracciato è segnalato con cartelli indicatori (N° 2).

Si parte dalla stazione ferroviaria di Castagneto Carducci - Donoratico imboccando la S.P. 39 “Vecchia Aurelia” a destra (direzione sud). Dopo 400 metri si gira a sinistra in Via delle Pievi fino al semaforo dove si gira a destra sulla pista ciclabile di Via Matteotti percorrendola fino alla fine all'incrocio con via del Mercato, dove si piega a sinistra. Al successivo incrocio si gira a destra e subito dopo a sinistra in via Greppo all'Ulivo fino al primo incrocio (quadrivio): si va a sinistra sulla Strada Comunale dei Ceralti, seguendola per quasi 500 metri fino ad incrocio dove si va a destra e poi subito a sinistra pedalando per 1,5 sulla stradina che va ad immettersi sulla Via Accattapane in corrispondenza di un bel podere sulla sinistra.

Si segue la Via Accattapane che inizia a salire verso il borgo di Castagneto Carducci. Dopo 400 metri ci si immette sulla S.P. 329 che guadagna quota con diversi tornanti e dopo 2 km raggiunge la sommità del colle nei pressi di una fontana. Da qui si prosegue sulla strada principale fino al cimitero di Castagneto Carducci dove si lascia la S.P 329 per girare a sinistra sulla Via di Segalari che in accentuato saliscendi, ma prevalentemente in discesa, arriva dopo 2 km al ristorante l'Orizzonte e poco dopo ad un incrocio dove si prosegue dritti su strada sterrata.

Si segue il tracciato principale in prevalente discesa che passa tra i panoramici vigneti di Grattamacco e poi la tenuta di Guado al Melo. Da qui si torna sulla Via di Lamentano tra poderi e querce secolari e la si percorre fino alla fine; all'incrocio a T si va a destra in discesa, si oltrepassa ortogonalmente la Via Bolgherese procedendo dritti in falsopiano discendente sulla stradina di campagna: al primo incrocio si prosegue dritti, mentre al secondo si piega a sinistra su strada sterrata e, dopo 500 metri, a destra per 950 metri fino ad un incrocio dove si gira a sinistra: da questo punto si entra nell'abitato di Donoratico facendo ritorno alla stazione ferroviaria di Castagneto Carducci-Donoratico passando per il Casone Ugolino, Via del Fosso e Via della Libertà.

POSSIBILE VARIANTE
: Il tracciato può essere leggermente ridotto evitando il tratto di sterrato. Dall'incrocio situato dopo il ristorante L'Orizzonte (sulla Via di Segalari), anziché procedere dritti su sterrato, si mantiene la sinistra in ripida discesa fino all'immissione nella Via di Lamentano dove si gira a sinistra collegandosi al tracciato principale.
&
In bicicletta