bagno a ripoli

Bagno a Ripoli: i tesori della periferia di Firenze che nessuno vi ha mai rivelato

Il commesso fiorentino, arte povera e lampade in ferro battuto

Colline morbide orlate di nebbie al mattino, dipinte di arancio in autunno, quasi azzurre nel sole primaverile: è il quadro da cui affiorano i borghi di periferia, molti dei quali ancora intatti e popolati di piccoli capolavori di arte sacra e scorci da cartolina.

 

Potete rifugiarvi a Bagno a Ripoli quando il caos cittadino ha preso il sopravvento, ma anche per gustarvi gli affreschi dell'Oratorio di Santa Caterina, le olivete e le vigne a ridosso dei muretti a secco: squarci su un mondo assopito come i gatti lungo il bordo dei sentieri in terra battuta.

 

Ma pochi sanno che Bagno a Ripoli e il suo circondario può diventare luogo di culto per gli amanti di forme artistiche di nicchia, come l'antichissimo commesso fiorentino e la più recente ed insolita arte povera.

 

Fate un giro tra i micro laboratori dove mani sapienti incastonano pietre dure e semipreziose, battono il ferro e lo trasformano in lampade e piantane originali, utilizzano legno e cartone in disuso per dargli una nuova vita e tradurlo in complementi di arredo di design.  

 

http://toscana.artour.it/itinerari/bagno-a-ripoli

&
Altri itinerari
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In rutrum dui eu volutpat vestibulum.