Attraversando la Valdichiana: Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda

Borghi di mattoni rossi, fortificazioni e torri in un paesaggio che ricorda un mosaico

Il tratto distintivo è il colore: un rosso che sfuma dal rosa, al bruno fino all'amaranto nelle ore del tramonto. Sono i mattoni con cui a partire dal 1000 furono costruite le piazze, le mura e i palazzi dei borghi nella Valdichiana.

Sinalunga e Torrita da lontano si confondono, potrebbero sovrapporsi per contorni e  paesaggio. Spuntano dalla vegetazione fitta, avvitate su qualche leggera collina. Le circondano i campi coltivati nei tratti pianeggianti che imprimono all'intero panorama il connotato di immenso mosaico.

Gli artigiani di queste zone attingono alla solarità della loro terra e la trasportano in manufatti di alto valore artistico: si spazia dalle riproduzioni d'arte certificate, agli articoli religiosi, come i rosari di varia foggia in argento e pietre preziose.

Sinalunga - Credit: TOB

Rimane pur sempre elemento forte della tradizione la lavorazione dell'argilla: potete reperirla nelle tazze in ceramica a rilievo con decori ispirati alle campagne e nelle terrecotte da esterni (orci, vasi da limoni, fioriere, anfore) ottenute secondo tradizione da stampi in gesso.

&
Artigianato