Oasi di Burano

Alla scoperta della Costa d'Argento in bici

Un itinerario per grandi e piccoli nella bassa Toscana

Questo itinerario è alla portata di ciclisti senza specifico allenamento. Non si incontrano difficoltà altimetriche e si toccano due punti di interesse turistico: l'Oasi WWF di Burano e il Giardino dei Tarocchi. Punto debole dell'itinerario è l'innesto sulla S.S.1 Aurelia e i 200 metri che separano dal bivio Ansedonia. Questo brevissimo tratto va affrontato con massima prudenza, mantenendo rigorosamente la destra, magari aspettando un momento libero da auto; oppure si cammina sui campi limitrofi.
Prima tappa
L'oasi WWF al lago di Burano
Oasi WWF al Lago di Burano, Capalbio
Oasi WWF al Lago di Burano, Capalbio

Si parte dall'incrocio nei pressi della stazione di Ansedonia. Si ignorano le indicazioni per Ansedonia Mare e per la S.S. 1 e si prosegue dritti verso Capalbio Scalo sulla S.P. 68. Si pedala in pianura tra la ferrovia e la costa in un ambiente di campagna. Dopo quasi 5 km si oltrepassa il bivio a sinistra verso la stazione di Capalbio proseguendo sulla S.P. 68. Percorsi altri 2.4 km si giunge all'ingresso dell'Oasi WWF di Burano (7.2), sosta ideale per naturalisti e birdwatchers.

L'itinerario prosegue senza alcuna difficoltà costeggiando lo specchio lacustre di Burano per arrivare ad un incrocio (13.8) dove la strada prosegue naturalmente piegando a sinistra e passando sotto la ferrovia verso Chiarone e S.S. 1 Aurelia.

Superato il sottopasso della ferrovia si mantiene la sinistra in direzione Aurelia e Pescia Fiorentina arrivando a Chiarone Scalo. Oltrepassato il piccolo centro abitato con la stazione, nei pressi di due grandi pini domestici (14.7), si piega a destra in direzione Aurelia sulla S.P. 75. Dopo 3.5 km si passa sotto la S.S. 1 Aurelia (4 corsie) proseguendo in direzione di Pescia Fiorentina.

Seconda tappa
Al Giardino dei Tarocchi
Giardino dei Tarocchi - Credit: Alessandro Bonvini

Al successivo bivio (19.2) si gira a sinistra sulla S.P. 93 "Pedemontana" verso Carige. Proprio nei pressi dell'incrocio, appena imboccata la Pedemontana è visibile, sulla destra, il Giardino dei Tarocchi che merita senz'altro una visita. La Pedemontana ha un andamento ondulato, è accompagnata da belle querce da sughero e attraversa tipiche campagne maremmane con oliveti, vigneti, campi di grano e case coloniche.

Oltrepassato Borgo Carige, al successivo incrocio (23.9), si prosegue dritti sulla S.P. 93 pedalando senza alcuna difficoltà in leggera discesa per quasi 10 km fino all'innesto (molto pericoloso) sulla S.S. 1 Aurelia. Qui si gira a destra (in alternativa, vista la pericolosità si può camminare nei campi vicini) e dopo 250 metri si gira a destra (34) seguendo le indicazioni per Ansedonia. Oltrepassato il cavalcavia sulla superstrada si passa sotto la ferrovia raggiungendo il punto di partenza (35.1).

&
Famiglie e bambini