Viaggio in Lunigiana: 5 cose da fare a Pontremoli

Sapori, sport e tradizioni nell'alta Toscana

La chiamano anche “città delle torri” (basta lanciare uno sguardo allo skyline per accorgersi che ci sono molti campanili) oppure “città del libro” (questo perchè ospita il Premio Bancarella dal 1953): parliamo di Pontremoli, la città della Lunigiana che custodisce un importante pezzo di tradizione e cultura della Toscana.

Spesso quando si viaggia, purtroppo abbiamo anche poco tempo a disposizione, perciò eccovi una lista di 5 cose da fare a Pontremoli: vi consentirà di risparmiare tempo e godervi la città al massimo!

Iniziamo subito!

Colazione d'autore
Caffè degli Svizzeri a Pontremoli

Sosta al Caffè degli Svizzeri dei F.lli Aichta, nella centralissima piazza della Repubblica. Dall’Ottocento l’Antica Pasticceria conserva le ricette antiche della famiglia Steckli, in particolare sono famosissimi gli “amor” (pasta caratteristica costituita da due cialde farcite da crema) e la “spongata” (dolce con crosta di pasta frolla e impasto a base di frutta secca, canditi, cacao e spezie). Non importa che ve lo dica io: un caffè e (almeno) un biscotto qui sono un must!

Leggende e misteri
Prehistoric Monument - Credit: Museo Statue Stele

Già prima di arrivare, la cosa che forse avrete sentito dire in giro è che su Pontremoli aleggiano molte leggende e storie legate a spiriti maligni e lupi mannari. Un’altra particolare testimonianza che ci è pervenuta dal passato è la serie di statue stele ritrovate in Lunigiana. In questo caso, se siete interessati, dovete per forza passare dal Museo delle Statue Stele ospitato nel Castello del Piagnaro.

La Via Francigena
Via Francigena in Toscana, porta di Pontremoli

Pontremoli è sempre stata una città fondamentale anche in passato perchè situata lungo la Via Francigena e fungeva anche da “porta d’ingresso” nella Toscana. Da qui, infatti, parte la prima tappa regionale a piedi che arriva fino ad Aulla, dove si trova la Chiesa di San Caprasio, protettore dei pellegrini in viaggio. A Pontremoli, in una delle stradine del centro storico, c’è un artigiano che realizza i diari in pelle che accompagnano i viandanti. Perciò se state percorrendo l’itinerario della fede, fermatevi e comprate il vostro taccuino personale! 

In bici per borghi
A View of Pontremoli

Gli appassionati sport, quelli che non riescono a gustarsi un amor senza sentirsi in colpa, possono anche percorrere in mountain bike una variante che parte da Pontremoli e si snoda lungo il fiume Magra. Oltre alla campagna e alla natura circostante, è un modo per ammirare da vicino i borghi nascosti, come quello di Lusuolo, un antico castello che recentemente è stato restaurato e ospita oggi il Museo dell’Emigrazione della gente di Toscana.

Eventi e falò
Festa di San Geminiano a Pontremoli
Festa di San Geminiano a Pontremoli

Infine, se vi piacciono i fuochi d’artificio, una cosa che vi consiglio di vedere a Pontremoli è il Falò di San Nicolò presso Ponte Pompeo Spagnoli, che si tiene ogni anno il 17 gennaio; oppure il 31 gennaio la Festa di San Geminiano o la festa di San Pietro il primo weekend di luglio. 

people
Le voci della rete
&
Arte e Cultura