In bici nella Val di Merse

Val di Merse: in bicicletta nella Toscana più intima e sconosciuta

Scoprite il lato più intrigante della regione

Nessuno rimarrà deluso perché la Val di Merse è bella dentro. La Val di Merse è un polmone verde tra le essenze mediterranee che impregnano la Maremma e i grandi spazi di terra e cielo che si aprono verso le Crete senesi e la Val d’Orcia. E’ un ponte naturale tra l’Amiata e le Colline Metallifere, tra il mare e Siena. Terra di passaggio dunque, di contaminazione. E’ così che si spiega il carattere multiforme della Val di Merse: impenetrabile, selvaggia, ispida come la Maremma; armonica, rilassata, lucente come le terre di Siena.

Villaggi e borghi di origine medievale non sono le attrazioni per turisti, ma pietre e persone che vivono la loro quotidianità come isole perfettamente integrate in un’atmosfera che conserva qualcosa di antico dove il grande turismo non è ancora arrivato. Uno dei luoghi più suggestivi, facilmente raggiungibile in bici, è l’Abbazia cistercense di San Galgano (XIII sec.) col vicino eremo di Montesiepi: dal 1700 il tetto dell’abbazia è... il cielo aperto; la struttura architettonica si fonde perfettamente con l’ambiente esterno esaltando il misticismo di questo luogo.

La millenaria Sovicille, immersa nei boschi e nella storia è il ponte naturale tra la Montagnola e il colle senese; Chiusdino e Monticiano sono le “capitali” del presidio naturalistico che si identifica nella Val di Merse a metà strada tra Siena e il mare. Verso l’entroterra, prima di raggiungere Siena, si attraversa la Montagnola, altra meta ideale per gli amanti del cicloturismo. Il cuore della Montagnola che annuncia la vicina Siena è la zona di Sovicille, ricca di testimonianze storiche e della durissima lotta che vide coinvolti senesi e fiorentini durante un turbolento medioevo.

Da un punto di vista ciclistico la Val di Merse costituisce un comprensorio di grande ricchezza e varietà di percorsi. Profili ondulati senza troppe asperità permettono spostamenti dolci alla ricerca di luoghi ricchi di fascino, con la bici da strada o con la mountain bike. Nella zona si segnala la presenza attiva del Gruppo Ciclistico Val di Merse che presidia il territorio con grande attenzione per i cicloturisti in cerca di contatti e informazioni.

Oltre a percorsi giornalieri la zona trova la sua sintesi in un bellissimo itinerario di circa 170 km, il Grand Tour della Val di Merse, che percorso ad andatura cicloturistica in 3 o 4 giorni offre la giusta percezione di questa Terra di Siena, intima, segreta, emozionante.

Ecco i percorsi:

Chiusdino e l'Alta Val di Merse
Punto di partenza e arrivo: Chiusdino
Lunghezza: 38 km
Dislivello: 730
Tipo di strada: asfalto e sterrato
Tipo di bicicletta: MTB, ibrido
Difficoltà: medio
Itinerario di grande interesse storico-artistico per il passaggio nei pressi dell’abbazia cistercense di San Galgano e la pieve romanica di Montesiepi all’interno della quale sono custodite la famosa “Spada nella Roccia” del Cavaliere Galgano Guidotti e un bellissimo ciclo di affreschi di Ambrogio Lorenzetti.

Girotondo a Sovicille
Punto di partenza e arrivo: Sovicille
Lunghezza: 29 km
Dislivello: 300 m
Tipo di strada: asfalto
Tipo di bicicletta: strada, ibrido
Difficoltà: facile
Semplice percorso intorno al comune di Sovicille, adatto anche alle famiglie, considerato il dislivello non elevato e il fatto di poter pedalare soprattutto su strade secondarie. Di notevole interesse storicoartistico è il chiostro dell'abbazia di Torri.

Il romanico nella Montagnola
Punto di partenza e arrivo: Sovicille
Lunghezza: 35 km
Dislivello: 680 m
Tipo di strada: asfalto e sterrato
Tipo di bicicletta: MTB, ibrido
Difficoltà: medio
Itinerario di grande interesse paesaggistico, storico ed artistico, che penetra nel cuore della Montagnola e offre notevoli scorci panoramici sulla città di Siena e l'Alta Val di Merse. Essendo stata questa zona molto importante durante il Medioevo, collegando Siena e la Via Francigena con la costa tirrenica, il territorio è costellato di numerosi castelli e pievi romaniche fortificate.

Fra Val di Merse e Crete
Punto di partenza e arrivo: Murlo
Lunghezza: 26 km
Dislivello: 460 m
Tipo di strada: asfalto
Tipo di bicicletta: strada, ibrido
Difficoltà: medio
L’itinerario prevalentemente asfaltato, con solo 4 km di strada sterrata ben battuta e pedalabile anche con bici da strada, si distende a cavallo fra due ambienti naturali diversi quanto affascinanti: ad oriente le sinuose colline delle Crete e ad occidente i rigogliosi boschi della Val di Merse.

Contatti
Gruppo Ciclistico Val di Merse
Via Massetana 52, Rosia,
cell. 335 1726486,
www.rosiabike.it
percorsi guidati per gruppi e singoli, informazioni sul territorio e iniziative per cicloturisti

Assistenza bici
Due Ruote - Via Massetana 193, Rosia, Sovicille, tel. 0577 345407