Garfagnana

Un viaggio lungo i percorsi della Garfagnana, tra borghi e natura

Dall'Isola Santa all'Altopiano di Careggine

Castelnuovo, con il Duomo Romanico e la Rocca Ariostesca, è il centro commerciale e amministrativo della valle, animato ogni giovedì, fin dal 1430, dal mercato all´aperto delle merci. Da qui parte la strada provinciale che porta in Versilia costeggiando la Turrite Secca, tipico torrente del versante apuano, stretto in una profonda forra.

Dopo pochi chilometri incontriamo il lago di Isola Santa, sulle cui sponde sorge l´antico borgo con le tipiche costruzioni dai tetti in lastre di pietra. Proseguendo, lo scenario si apre sulle rocciose pareti del Monte Sumbra, con le "Marmitte dei Giganti", caratteristiche erosioni nella roccia originate dall´azione combinata delle pietre e dell´acqua.

A Tre Fiumi la strada principale sale alla galleria del Cipollaio per raggiungere poi Forte dei Marmi e la costa Versiliese. A Levigliani si trova un altro tesoro nascosto delle Apuane: l´Antro del Corchia, il più importante sistema carsico di Italia. Se da Tre Fiumi si gira a destra si raggiunge Arni e la galleria del Monte Pelato (Passo del Vestito). Da lassù lo sguardo spazia sulla riviera, dai bacini marmiferi di Carrara al Golfo della Spezia e a Portovenere, poco oltre, al Pian della Fioba, si trova l´Orto Botanico "Pellegrini".

Al rientro, poco prima di Isola Santa, troviamo sulla sinistra la strada che sale a Capanne di Careggine e alla Maestà della Formica per scendere al borgo di Careggine posto su un altopiano da cui si gode uno splendido panorama. In questo comprensorio durante la stagione invernale è possibile praticare lo sci e durante le altre stagioni si trovano sentieri affascinanti nei secolari boschi di castagno. Arrivati a Poggio è d´obbligo una visita alla chiesa romanica di S. Biagio.