Un pomeriggio a Empoli nelle terre del Pontormo

Un tour tra vetro, arte e sapori

Forse non tutti sanno che uno dei più grandi pittori del Cinquecento italiano è originario di Empoli, città che si trova a pochi chilometri di distanza da Firenze. Stiamo parlando di Jacopo Carucci, conosciuto anche come il Pontormo, ideatore dei più originali capolavori fiorentini. Molte sue opere sono conservate in Toscana (come le Storie della Passione o l'Adorazione dei Magi), altre superano i confini regionali e nazionali: il dipinto dell'Alabardiere si trova ad esempio a Los Angeles.

San Michele - Pontormo
San Michele - Pontormo

In città è molto interessante è il MUVE, ovvero il Museo del Vetro realizzato all’interno dell’ex magazzino del sale. L'esposizione è un modo per conoscere le fasi di lavorazione della produzione vetraria, che ha caratterizzato il tessuto economico-sociale del territorio sin dall’800.

Il Muve, Museo del Vetro di Empoli
Il Muve, Museo del Vetro di Empoli

Prima di lasciare Empoli, che ne dite di una pausa golosa? Beh, forse vi interesserà sapere che la città è molto famosa per il gelato (pensate che è addirittura la sede della Sammontana) e per i carciofi coltivati in zona. [Tra l'altro, se vi piace cimentarvi ai fornelli leggetevi queste ricette locali].

Carciofi empolesi
Carciofi empolesi

Se invece dopo l'arte preferite stare un po' all'aria aperta, potete fare una passeggiata nell'oasi naturalistica di Arnovecchio: un parco tra Empoli e Montelupo in cui, oltre ad un laghetto, è possibile scorgere numerose specie di uccelli migratori. Se vi interessa potete addirittura vederlo in web cam a questo link.

people
Le voci della rete
&
Arte e Cultura