Trekking nei boschi

Trekking in Lunigiana: alla scoperta dei parchi naturali

Panorami unici dalle vette più alte

I percorsi trekking più belli nei parchi della Lunigiana. Dalle Apuane all'Appennino Tosco-Emiliano, alla scoperta di paesaggi mozzafiato. Per tutti gli amanti della montagna una full immersion fra sport e natura.

Nel
Parco Regionale delle Alpi Apuane
- Il panorama dalle Vette Apuane
L’escursione su uno dei sistemi montuosi più straordinari d’Italia a pochi chilometri dal mare inizia con la visita al piccolo borgo di Vinca, poi prosegue sul sentiero che sale tra castagneti, conifere e ambienti rocciosi tipici delle Apuane, fino alla Foce Rasori, splendida finestra panoramica, ai piedi del monte Grondilice. Si prosegue lungo un sentiero che conduce alla Foce di Giovo, alla base della parete sud del Pizzo d’Uccello, meta ambita dai più esperti scalatori per la verticalità delle sue pareti. Si scende poi tra un alpeggio e i ruderi delle capanne del Giovo, fino a Vinca.

- La Via degli Eremiti

Un itinerario ricco di suggestione attraversando la natura che ha ispirato la ricerca spirituale dei costruttori dell’Eremo.
È un’escursione guidata che parte dal piccolo borgo di Vinca e percorre una panoramica mulattiera che si affaccia a strapiombo sulla strada che conduce al paese, poi sale per raggiungere il contrafforte settentrionale del Pizzo d’Uccello, dove si trovano i resti di un Eremo. Da lì discende fino ai ruderi del Castellaccio che domina Monzone per poi ritornare sulla mulattiera per Vinca.

Nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano
- I prati-pascoli di Camporaghena
Un giorno da Sassalbo a Camporaghena, per riscoprire i vecchi pascoli ricchi di specie caratteristiche. Si costeggia la vena di gesso (ex-cava) affiorante a nord di Sassalbo, dove sarà possibile osservare direttamente la roccia. Si raggiungono poi i prati-pascoli di Camporaghena, dove sono evidenti i fenomeni carsici che si originano sui gessi e delle specie vegetali. Si arriva al borgo di Camporaghena, di scaglia rossa e arenaria, ritornando poi ai prati da dove con un facile anello è possibile tornare a Sassalbo.

- Vallone dell’Inferno: il regno del Lupo

Un'escursione guidata nel Vallone dell’Inferno, un circo di origine glaciale molto interessante, in cui vive il Lupo. Il sentiero parte dall’antico borgo di Sassalbo, percorre una delle vie storiche della Lunigiana, la Via Modenese che collegava il mare a Modena attraverso castagneti. Si arriva nella zona umida “le fosse”, per salire poi attraverso secolari faggete e giungere al Bivacco Rosaro, a due passi dalla sorgente del Fiume Rosaro. Da lì si scende poi al Passo del Cerreto e di nuovo a Sassalbo.
&
Trekking e Outdoor