Monte Amiata

Terre di Siena tra benessere termale e montagna

Un autunno di relax e colori suggestivi

L’autunno è il periodo ideale per visitare  l’Amiata: cambiano gli odori, i profumi e i sapori della tavola. Basta seguire queste essenze per arrivare nei borghi medievali ricchi di bellezze storiche, luoghi suggestivi e inusuali come la miniera dismessa e visitabile col trenino, le trattorie che offrono menù gustosi e vini superbi e le mille sagre che animano la vita del territorio intorno all’Amiata.

Ogni weekend è animato e le feste, ormai tradizionali, sono appuntamenti imperdibili dove si possono gustare pietanze a base di funghi e castagne ed acquistare porcini, caldarroste, dolci a base di castagne oltre a marmellate e prodotti tipici.

Perché allora non prenotare un week end alle Terme San Filippo, nel Parco della Val d’Orcia, che rientra nei siti appartenenti al Patrimonio Mondiale Unesco ed è situato in una delle più spettacolari località termali della Toscana.

Il luogo è caratterizzato dai suggestivi depositi calcarei formati dalle calde acque termali sulfuree che, a partire dal Medioevo curarono illustri personaggi, fra cui Lorenzo il Magnifico. La struttura ricettiva delle Terme San Filippo, a soli 60 chilometri da Siena, unisce in un unico complesso Hotel, Ristorante, Centro Benessere, Stabilimento e Piscina Termale, immersi nel verde di un ampio parco e nella tranquillità della natura, in uno spettacolare paesaggio che dai boschi del Monte Amiata degrada verso le crete della Val d’Orcia.

Qui magari al tramonto, una tappa d’obbligo, è Bagno Vignoni con, al centro del borgo, la “Piazza delle sorgenti”, una vasca rettangolare di origine cinquecentesca, che contiene una sorgente di acqua termale, calda e fumante, che esce dalla falda sotterranea di origini vulcaniche.

Fin dall'epoca degli etruschi e poi dei romani, le terme di Bagno Vignoni sono state frequentate da illustri personaggi, come Papa Pio II, Santa Caterina da Siena, Lorenzo il Magnifico e tanti altri artisti che avevano eletto il borgo come sede di villeggiatura. Nel 1982 il regista Andrej Tarkovskij ambientò a Bagno Vignoni molte scene del film “Nostalghia” che l'anno successivo vinse il Grand Prix du cinéma de création al Festival del cinema di Cannes.

Nei dintorni è possibile anche visitare il borgo medievale di Radicofani e la Rocca dei Cavalieri o la Rocca di Ghino di Tacco. Altro incantevole luogo è Abbadia San Salvatore dove è possibile scendere in miniera accompagnati da ex minatori o visitare il Museo minerario e, in compagnia del “Pellegrino”, andare poi all’Abbazia di San Salvatore, di origini antichissime e consacrata nel 1035.

Da non perdere poi la Rocca a Tintinnano e Castiglione d’Orcia che riservano ad ogni passo scorci panoramici e tesori artistici unici.

Un soggiorno alle Terme San Filippo offre anche l’occasione per ritrovare il contatto con la natura anche attraverso l’attività fisica, scegliendo fra i numerosi percorsi da effettuare a piedi, in bicicletta, a cavallo o, nel periodo invernale, con gli sci.

Tutte le informazioni sui centri termali della provincia di Siena sono consultabili nel sito: www.termebenessere.terresiena.it.

&
Terme e Benessere