fb track

Sub e kayak nell’Arcipelago Toscano

Sport e natura lungo la costa delle isole

Il mare è passione, soprattutto se è quello delle isole toscane. Elba, Giglio, Montecristo, Capraia, Pianosa, Giannutri e Gorgona: ognuna è una mondo da scoprire e da visitare, con i propri colori e profumi. Le sette perle dell'Arcipelago Toscano sono anche mete ideali per gli appassionati di sport acquatici. In queste acque chiarissime e lungo le coste, si possono effettuare immersioni subacquee o escursioni in kayak, per vivere una vacanza indiimenticabile!

Isola d'Elba
Escursione in kayak all'isola d'Elba
Escursione in kayak all'isola d'Elba - Credit: ECONAUTA di Umberto Segnini

Se vi piace il mare ma non sopportate di stare tutto il giorno sotto l'ombrellone, il luogo che fa per voi è l'Isola d'Elba. La regina delle sette perle dell'Arcipelago Toscano ha da offrire molto più di quello che si può vedere in superficie.

La bellezza di questo paradiso sta nelle moltissime spiagge, sia rocciose che di sabbia bianca, ma non solo, c'è anche un mondo marino immenso, tutto da scoprire. La costa attrezzata consente di effettuare delle escursioni subacquee, così da favorire questa esperienza sia ai professionisti che ai principianti. A poca distanza dalla costa, il sub si troverà di fronte a praterie di posidonie e attraverserà canaloni e pareti ricoperte da ventagli di gorgonie. Incontrerà pesci dai mille colori, polpi e aragoste, vedrà relitti del passato e scoprirà grotte e stretti passaggi.

Per chi preferisce rimanere in superficie, una soluzione divertente per esplorare l'isola è il kayak: bordeggiando lungo le coste rocciose e scoprendo spiagge e calette incastonate nella macchia mediterranea.

Le altre isole dell'Arcipelago Toscano
Una piccola falesia nella baia di Pianosa
Una piccola falesia nella baia di Pianosa - Credit: Shutterstock.com / Claudiovidri

Stupefacenti sono anche i fondali di Pianosa, un'isola rimasta chiusa al pubblico per un secolo e mezzo che ha conservato e rivela attraverso la maschera un paesaggio sottomarino ancora incontaminato, habitat di specie come aragoste, aquile di mare, pesci luna e barracuda, che nuotano tranquilli intorno al visitatore.

Faro di Capel Rosso, Isola del Giglio
Faro di Capel Rosso, Isola del Giglio - Credit: Antonello Marchese

I fari di Punta del Fenaio a nord e Punta del Capel Rosso all'estremo meridione rappresentano partenza e arrivo di un percorso circolare intorno all'Isola del Giglio che si può effettuare in canoa o in kayak.

Infine, anche l'Isola di Capraia si presta alle escursioni di questo tipo e offre la possibilità di scendere a terra per scoprire i segreti della natura.a

&
Natura