Rocca Ripafratta

Seguendo i borghi del Monte Pisano

Le località più caratteristiche di questo territorio

Andiamo a scoprire alcune delle località più caratteristiche del Monte Pisano, un piccolo sistema montuoso situato nel nord della Toscana - tra le città di Lucca e Pisa - il cui paesaggio, che alterna terrazzamenti coltivati a olivi, a colline, boschi e rilievi montuosi ricchi di sorgenti e di grotte, è punteggiato da incantevoli borghi, rocche medievali, pievi e chiese romaniche.


Ripafratta
Dirimpetto al castello di Nozzano sta la pisana rocca di Ripafratta, su uno sprone in mezzo ad un fitto bosco, strategica nelle interminabili faide tra guelfi e ghibellini, che si sommavano agli scontri tra pisani e lucchesi tra il XII e XIV secolo.

Gattaiola
Attorno alla chiesa di Gattaiola si risalgono le belle ville rinascimentali che formano il paese: Villa Rossi, ville di Notter, villa di Puccio e villa Guinigi. La chiesa di Sant'Andrea fu fondata nel VIII secolo e nel XII, ampliata con forme romaniche lucchesi: un rivestimento di calcare bianco e fitti decori a rilievo sulle mensole, ripulite dalle pesanti aggiunte barocche col restauro del 1901.

Guamo
La piccola villa Bernardini fu ultimata nel 1615 ed è tutt'oggi abiata dalla famiglia. Sul fronte della villa, due sequoie piantate nell'800 nobilitano il giardino. Sul retro il grande Teatro di Verzura del '700, interamente realizzato con sipe di bosso e di tasso abbellito co statue, può ospitare fino a 650 spettatori comodamente seduti. La severa villa fortificata delle 4 torri a Guamo, fatta costruire da Castruccio Castracani è un pò un caso unico in un panorama architettonico, che suscita ristoro raffinato, vita agreste di accoglienza e ospitalità.

S. Leonardo in Treponzio
Un piccolo museo del quotidiano di altri tempi che prende il nome dalla ruota idraulica, un ingegnoso meccanismo a pedali per sollevare e distribuire l'acqua nei campi. Nelle cinque sale del Museo della cultura contadina la Ruota si racconta la tessitura, il lavoro dei campi, della manutenzione delle case e dei luoghi della vita e del lavoro. La collezione offre attrezzi e manufatti ancora in uso del '900.

S. Andrea di Compito e Pieve di Compito
Giardini di secolari camelie caratterizzano, a Sant'Andrea e Pieve di compito le chiuse delle ville Borrini, Orsi, e Giovannini, ai piedi del paese. Il terreno umido, fresco e riparato di queste colline sono l'ideale per far crescere le camelie giunte dall'oriente insieme a carichi di spezie e altre piante ornamentali.

I longobardi abitarono volentieri a Vorno, attratti dalla vicinanza dei boschi ricchi di selvaggina. Nel XVI secolo, i Tegrimi, i Mansi, i Trenta, vi organizzarono la proprietà con un nuovo sistema poderale delle ville con le chiuse, già sperimentate in altre zone. Nel XVII secolo, grazie all'abbondanza di acqua, furono aperti numerosi mulini, frantoi e due cartiere, di cui rimane ben conservata.
&
Scopri questa zona turistica
Monte Pisano
Un piccolo sistema montuoso nel nord della Toscana, tra le città di Lucca e Pisa, accoglie il territorio del Monte Pisano. ...
Scopri Monte Pisanokeyboard_backspace