Primavera in Toscana: 3 idee di viaggio tra natura e arte

Le giornate si fanno più lunghe e luminose, la natura si appresta a risvegliarsi: manca un mese all'inizio della primavera e noi vi consigliamo tre idee di viaggio in Toscana nella stagione più profumata dell'anno.

L'eleganze delle camelie della Lucchesia [Photo Credits: <a href=Francesco Iannet]" />
L'eleganze delle camelie della Lucchesia [Photo Credits: Francesco Iannet]

1. Partiamo dalla Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia, che si tiene nei weekend del 14-15, 21-22 e 28-29 marzo a Pieve e Sant’Andrea di Compito, vicino Capannori. Qui si potranno ammirare 750 specie di camelie provenienti da tutto il mondo, visitare dimore storiche, come Villa Orsi o Villa Borrini con i loro giardini secolari, partecipare a una vera cerimonia del tè giapponese e assaggiare piatti e prodotti tipici del territorio.

La splendida abbazia di Abbadia a Isola, sulla Francigena [Photo Credits: Ilaria Giannini]
La splendida abbazia di Abbadia a Isola, sulla Francigena [Photo Credits: Ilaria Giannini]

2. Dal 21 febbraio al 31 marzo c'è un motivo in più per avventurarsi lungo la Via Francigena, l'antica strada dei pellegrini che attraversa per 400 chilometri la Toscana. Il festival di musica itinerante Francigena Melody Road propone 18 concerti in 13 località, da Pontremoli a Montalcino. Da non perdere Roberto Vecchioni con il suo spettacolo di musica e parole "Viaggio nel tempo immobile" il 4 marzo al Teatro del Giglio di Lucca e il 30 marzo al Teatro dei Rinnovati di Siena, ma anche Danilo Rea il 12 marzo al Teatro Verdi di Santa Croce e  l'arpa di Cecilia Chailly il 14 marzo nella splendida cornice di Abbadia a Isola, alle porte di Monteriggioni.  

Il Duomo di San Martino a Lucca, lungo la Via Francigena
Il Duomo di San Martino a Lucca, lungo la Via Francigena

3. Per chi vuole scoprire i tesori nascosti di Siena torna l'iniziativa "Turisti per casa" che propone tre domeniche di passeggiate e visite guidate nella città del Palio, dedicate alle grandi basiliche francescane e domenicane, esempi splendidi di architettura del Trecento e Quattrocento. Domenica 22 febbraio la tappa sarà la Basilica di San Domenico, massima espressione dell’omonimo Ordine nel capoluogo senese, mentre domenica 8 marzo sarà la volta della Chiesa di Santo Spirito, dove ammirare il Presepe Robbiano e la cappella degli Spagnoli. Le visite guidate terminano domenica 22 marzo con la Chiesa di Sant’Agostino.

A spasso nei tesori di Siena [Photo Credits: Roberta Ristori]
A spasso nei tesori di Siena [Photo Credits: Roberta Ristori]