San Iacopo di Altopascio

Percorrendo l'Alveo del lago di Sesto

Scoprire la piana di Lucca e le sue cittadine più famose

Al posto delle imbarcazioni che attraversavano il lago fino a Pisa, si progettò una ferrovia, inaugurata nel 1928, che però ebbe vita breve a causa della guerra e dalla moderna rete stradale. Il vecchio tracciato è ancora evidente nei mozzi sovrappassi, gallerie, case cantoniere e ponti in ferro come quello nascosto tra le case nei pressi di San Leonardo.

Il 15 dicembre del 1856, sotto la guida dell'architetto Lorenzo Nottolini, iniziarono i lavori di bonifica del lago di Sesto. Indirizzando altrove le aque del lago più grande della Toscana, si sarebbero sostanzialmente cambiati il paesaggio e le abitudini di questa zona. Finivano i tempo della lotta contro le paludi e le malattie, e dei trasporti lungo la piccola rete di canali che collegava alcuni dei principali centri della piana.

Capannori
Il paese è al centro del più grande comune agricolo d'Italia. un gruppo di  case a corte, attorno alla chiesa medievale di S. Quirico, un bell'esempio di romanico pisano e due piccoli musei per raccontare il territorio.

Il Bottaccio della Visona ed il bosco Tanali costituiscono gli ultimi residui dei boschi palustri della piana, costituito in prevalenza da farnie ed ontani. Popolato da donnole, tassi , volpi, istrici e roditori, oltre a varie specie di uccelli che vi sono durante le migrazioni. L'area naturale protetta è istituita dal comune di Capannori nel 1996 ed è gestita dal WWF.

Porcari
Tutta la storia di porcari è arroccata su un colle dal quale si vedono da lontano le ottocentesche costruzioni della Villa Di Poggio e della Pieve di S. Giusto. Dal Castello e dalla torre distrutti i Porcaresi  dominarono nel XII secolo un vasto territorio indipendenti da Lucca e da Firenze. In paese una piccola raccolta di reperti archeologici rinvenuti degli scavi di Fossanera e del Chiarone racconta le epoche precendenti. L'insediamento etrusco,  i villaggi dell'età del bronzo, i resti della costruzione romana del II secolo a.c. sono il risulato di diverse campagne archeologiche per la quale è in progetto la realizzazione di un parco archeologico.

Altopascio
La Via Francigena entra nella cità dalla porta fiorentina. Un tempo la Smarrita, dalla torre campanaria della chiesa di San Jacopo, suonava al tramonto per raccogliere i viandanti ed offrire ricovero, ristoro e assistenza da medici e chirurghi all'ospedale di Altopascio. I frati dell'ordine del tau si occupavano della manutenzione di ponti, guadi e pievi.

Una storia intricata di accordi politici e azioni militari, fondamento della secolare discordia tra pisani, lucchesi e fiorentini. Era il 1325 quando nelle campagne di altopascio si scontrarono l'esercito lucchese guidato da Castruccio Castracani e quello fiorentino e toccò a quest'ultimo retrocedere fin sotto le Mura di Firenze sotto i colpi dei lucchesi, che vanno ancora fieri di non essergli mai stati soggetti.

Seminascosta tra un'autostrada  e una linea ferroviaria, poco lontana dalla zona industriale di Altopascio, i 12000 mq di superficie dell'Oasi di Sibola costituiscono la più importante zona umida della Toscana e la più viva testimonianza della ricchezza della falda lucchese che affiora in questo punto fino a formare dei chiari. Dal 1996 la riserva naturale è biotopo protetto della provincia di Lucca.

Come raggiungere Castelvecchio di Compito a Montecarlo:

Da Castelvecchio di Compito si torna nella piana che fu un tempo occupata dal lago di Sesto e si prosegue in direzione di San Ginese. All'incrocio si svolta a sinistra verso san Ginese e da qui verso Porcari, passando sopra l'autostrada e sotto la ferrovia e poi subito a destra verso Badia Pozzeveri e Altopascio. Usciti dal paese in direzione Lucca è la prima strada a destra che sale verso Montecarlo.

&
Scopri questa zona turistica
Lucchesia
Antichi borghi da scoprire, centri termali dove ritrovare il benessere, ville settecentesche immerse in meravigliosi giardini: ecco la Lucchesia, una terra dal movimentato paesaggio modellato dalle anse del fiume Serchio e punteggiato di centri ...
Scopri Lucchesiakeyboard_backspace