orto dei pecci

L'Orto dei Pecci: un tesoro verde nel cuore di Siena

Uno scorcio di natura e storia della Toscana

L’Orto de’ Pecci, un pezzo di campagna a poche centinaia di metri da Piazza del Campo, è un “tesoro” verde di cui anche molti senesi non conoscono  l’antica, affascinante storia: un “pezzo di città” vissuto nel Trecento e ucciso dalla peste, attraversato da quei condannati che passavano sotto Porta Giustizia per andare ad essere giustiziati.

In passato era inglobato nelle pertinenze dell’Ospedale Psichiatrico: i ricoverati coltivavano i campi e gli orti per il fabbisogno di verdura, frutta e animali da cortile dell’Ospedale.

Oggi gli spazi e le attività sono gestiti dalla Cooperativa sociale La Proposta, con lo scopo di inserire nelle proprie attività produttive soggetti svantaggiati che provengono dal disagio psichiatrico e da altre situazioni di marginalità sociale. Sono attualmente aperti diversi settori di attività che comprendono la cura e gestione del parco dell’Orto de’ Pecci fornito di un ristorante e bar. La Proposta, inoltre, è certificata dal 2001 col marchio AIAB di agricoltura biologica nella coltivazione e produzione di ortaggi.

L’Orto de’ Pecci è uno spazio ideale per tutti: per chi ha qualche difficoltà o disabilità, per chi vuole trovare un po’ di relax e per chi vuole visitare un luogo unico nel quale è ricostruito anche un antico orto urbano medievale, per i turisti e per i cittadini. Per chi ha voglia di fare una sosta alla vecchia maniera, senza complesse liste di cibi o intimorenti carte di vini, ma, come succedeva una volta con le trattorie di campagna, semplicemente mettendosi a sedere e chiedendo “che avete fatto oggi?”. I cuochi sono professionisti e il vino della casa, acquistato in eccellenti aziende, ha un sapore casalingo che difficile da dimenticare.

Dal 2004 l’Orto de’ Pecci è inserito anche nel circuito delle fattorie didattiche della Provincia di Siena. Qui i più piccoli possono imparare a conoscere la campagna ed entrare in contatto con “il villaggio degli animali”, mentre i bambini più grandi, grazie alla presenza sia dell’orto medievale sia dell’orto biologico, apprenderanno le differenze esistenti tra le coltivazioni del passato e quelle di oggi.

E' possibile avere Guide relative all’Orto de’ Pecci in Braille, al termine della visita guidata vi verrà offerta una specifica Guida alle caratteristiche dell’Orto.

&
Turismo accessibile