Itinerario ad arte: i borghi della Toscana legati ai pittori

Un tour ispirato dai grandi nomi della storia

Lo chiamano viaggio slow, turismo esperienziale o responsabile. Chiamatelo come vi piace di più, l'importante è che facciate vostro l'insegnamento alla base: camminate, esplorate senza fretta, siate curiosi e approfondite le storie locali. Il viaggio non può dirsi concluso fino a che non avrete imparato qualcosa sulla cultura che avete visitato. Certo, la cultura passa dai musei, dalla cucina e non solo. La cultura si costruisce anche sulle leggende e sui personaggi che hanno caratterizzato un determinato luogo. La nostra Toscana, ad esempio, è stata una culla per molti artisti, scrittori, scultori e musicisti. Ci sono paesi che hanno dato ispirazione ai più grandi nomi della storia.

In questo post andiamo a percorrere un itinerario "immaginario", che interessa i borghi e le località che hanno dato i natali agli illustri pittori toscani.

Vinci

Partiamo dal più "facile", quello che richiama subito anche il nome dell'artista. Andiamo quindi a Vinci alla scoperta della patria del Genio di Leonardo. Certo, non si può dire che Leonardo da Vinci sia stato solo un pittore, visto che ha dato prova di avere le capacità di un inventore, un tecnologo, un ingegnere, uno scienziato. Ma non possiamo nemmeno dimenticare la sua dote artistica. Le sue opere, ad oggi, sono sparse in tutto il mondo e continuano ad essere un punto di riferimento per le nuove generazioni. Da vedere a Vinci c'è sicuramente la Casa Natale di Leonardo; completa l’itinerario la Biblioteca Leonardiana, un centro di documentazione specializzato sull’opera di Leonardo che raccoglie modelli di macchine leonardesche: da quelle militari a quelle di cantiere, agli strumenti di uso scientifico.

Continuiamo il nostro viaggio verso Vicchio, rimanendo in provincia di Firenze, una zona particolarmente "ricca" di artisti. Qui è nato Giotto, uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, colui che ha dato inizio alla tradizione della pittura italiana.

Ma Vicchio è anche il luogo in cui è nato Beato Angelico, autore, tra le altre opere, dell'Annunciazione di San Giovanni Valdarno e quella di Cortona. E che dire di Masaccio? Anche lui è nato a poca distanza dagli altri artisti. Si dice sia venuto alla luce presso Castel San Giovanni in Altura, conosciuto oggi San Giovanni Valdarnoborgo dell'Aretino è ricco di testimonianze artistiche.

Il panorama di Sansepolcro
Il panorama di Sansepolcro

Passiamo a parlare di Piero della Francesca, uno dei più grandi pittori italiani del Quattrocento, che nacque intorno al 1415 a Sansepolcro, nel cuore della Valtiberina. Il borgo è conosciuto anche come la "porta della Toscana" e, oggi come allora, custodisce i capolavori della Resurrezione e dell trittico della Misericordia firmati dall'artista.

Non parliamo più di borghi ma di paesi o città: in questo caso rientrano nel nostro itinerario anche Empoli, per la precisione il quartiere Pontorme, poiché ha dato i natali a Pontormo, un vero "visionario" per la sua epoca. E, già che ne stiamo parlando, cogliamo l'occasione per citare anche il suo "alter-ego" fiorentino, ovvero Giovan Battista di Jacopo di Gasparre, detto il Rosso Fiorentino.

Chiudiamo i consigli con la città di Livorno: siamo lontani dai piccoli borghi in pietra, qui si respira tutto il bello del mare. In questo contesto nascono due personaggi intramontabili del mondo della pittura. Sono Amedeo Modigliani, in arte Dedo, e Giovanni Fattori, tra i principali esponenti dei Macchiaioli. 

people
Le voci della rete
&
Arte e Cultura