Il Palio della Balestra di Sansepolcro

A settembre Sansepolcro rievoca la sua identità rinascimentale con le Feste del Palio che culminano con il Palio della Balestra tra Gubbio e Sansepolcro che si disputa la seconda domenica di settembre. Nelle due settimane anteriori, la città rivive affascinanti iniziative culturali e spettacolari che coinvolgono tutte le associazioni storiche della città, con sfide, spettacoli di musica, danza, convegni, cortei storici ed eventi che ogni anno catturano l’entusiasmo di residenti e di migliaia di turisti.
Foto di David Butali
Foto di David Butali
Sabato 12 settembre, la sera prima del Palio, è il momento dedicato al Gruppo Sbandieratori di Sansepolcro famoso in tutto il mondo per le straordinarie coreografie e abilità dei suoi alfieri. Nell'Europa tardo-medioevale spesso interessata da conflitti, erano gli ufficiali alfieri con le loro bandiere a precedere gli armati. Dette bandiere corredate da lame, divenivano vere e proprie armi. Nei periodi di pace, gli alfieri si trovarono a sviluppare ed a affinare le loro tecniche, dando sempre più ad esse una valenza di gioco e di spettacolo.
Foto di Luca Piomboni
Foto di Luca Piomboni
Il Gruppo Sbandieratori Sansepolcro, composto da sbandieratori, tamburini e chiarine, utilizza drappi dipinti a mano ed indossa costumi prodotti da qualificate sartorie teatrali. Oltre agli esercizi codificati nei manuali, gli Sbandieratori si ispirano alle geometrie di Piero della Francesca.
Foto di Luca Piomboni
Foto di Luca Piomboni
Il settembre biturgense si conclude il 13 settembre con il Palio della Balestra, secolare sfida tra gli armati di Sansepolcro e Gubbio. Si comincia la mattina alle 11 con l’uscita dell’Araldo e la lettura del Bando di sfida. Alle ore 16.30 inizia il Palio e alle 19.00 ci sarà il Corteo nel centro storico di Sansepolcro in onore del vincitore. Durante tutta la giornata si potrà passeggiare per il Mercato di Sant’Egidio lungo le vie del centro, una ricostruzione rigorosa in costume di un mercato rinascimentale.
Foto di Luca Piomboni
Foto di Luca Piomboni
Un'ottantina di Balestrieri si alterneranno sui banchi di tiro per centrare con le loro verrette la bulletta del corniolo, il centro esatto del bersaglio. La sfida di tiro è documentata storicamente fin dal 1594, ma vi sono fonti storiche attendibili che confermano che tale disputa avveniva anche antecedentemente e, da allora, tutti gli anni, la seconda domenica di settembre, si celebra questo storico Palio.
Foto di Luca Piomboni
Foto di Luca Piomboni
Piazza Torre di Berta circondata da palazzi rinascimentali è la naturale scenografia che ospita i balestrieri e i cortei storici delle due città che entrano in piazza annunciati dal rullo dei tamburi e dal suono delle chiarine, mentre gli sbandieratori lanciano in aria le bandiere con i colori degli antichi quartieri. La manifestazione è il culmine degli eventi culturali che fanno di Sansepolcro un vero palcoscenico rinascimentale nel panorama delle rievocazioni storiche nazionali. Articolo a cura di:   Ufficio Turistico della Valtiberina Toscana via Matteotti, 8 52037 Sansepolcro (AR) Tel: + 39 0575 740536 info@valtiberinaintoscana.it www.valtiberinaintoscana.it www.balestrierisansepolcro.it