Il Chianti a primavera

Il bellissimo panorama del Chianti [Photo Credits: Fernando Stankuns bit.ly/VR2nkD]
Il bellissimo panorama del Chianti [Photo Credits: Fernando Stankuns bit.ly/VR2nkD]
Non abbiamo resistito. Una giornata di cielo azzurro e di temperatura primaverile è quella giusta per prendere la moto e girare per le strade che si snodano tra le colline del Chianti. Partiamo da Antella e attraversiamo vigneti che presto mostreranno i loro preziosi frutti al sole e distese di oliveti, che in questo periodo vengono potati. Mi sembra di rinascere insieme alla natura che ora si spoglia della veste autunnale per sfoderare i colori brillanti della primavera. Passiamo per Impruneta e dopo una breve sosta nella piazza del paese noto per la lavorazione del cotto, ripartiamo per quelle colline che sono il paradiso dei golfisti. Per la strada troviamo infatti un immenso campo da golf, che è tra i “campi storici” della Toscana, il Circolo dell’Ugolino. Non conosco molto questo sport, ma immaginate che bello giocare nell’atmosfera rilassante di questo “mare verde”! (Clicca qui per vedere la galleria fotografica!) La via Chiantigiana è ricca di agriturismi e aziende agricole che fanno vendita diretta dei propri prodotti, principalmente vino Chianti Classico e olio toscano.
La campagna di Greve in Chianti [Photo Credits: danpeters bit.ly/13kxf1K]
La campagna di Greve in Chianti [Photo Credits: danpeters bit.ly/13kxf1K]
Arriviamo al borgo medievale di Greve in Chianti. La piazza principale, circondata da portici, ospita da secoli il mercatale, poiché Greve è collocata “strategicamente” lungo la via di comunicazione che collega Siena e Firenze, la Cassia. Il centro storico è così ben conservato che sembra appena costruito. Belle case a corredo delle strette vie, chiese e palazzi storici che mantengono l’originario stile medievale: c’è un’armonia nell’architettura, che ci riporta indietro nel tempo. Vi consiglio di “perdere un po’ di tempo” per visitare i castelli e le pievi che sono nei dintorni di Greve in Chianti e non da ultimo, di provare il vino e l’olio, prodotti a marchio DOCG e DOP, perché in questa gita ne resti deliziato anche il palato!