Logarghena - Filattiera

Fra mare e montagna a Massa e Carrara

Dalle spiagge alle Alpi Apuane tra natura e panorami mozzafiato

E’ possibile mangiare un gelato in spiaggia e un’ora dopo correre sui prati a circa 1250 m sul livello del mare, ammirando il mare dall’alto? Sì… è quello che vi proponiamo in questo itinerario che si snoda dalle spiagge di Massa – Carrara alle Alpi Apuane, arrivando, per esempio, a Campocecina, facilmente raggiungibile in auto da Carrara, punto di partenza per innumerevoli sentieri. Il nostro primo giorno di viaggio può concludersi di nuovo sul mare, visitando l’area protetta del Lago di Porta (Montignoso), magari al tramonto, quando gli uccelli tornano ai loro nidi.

Il giorno successivo partiamo per una gita nell’entroterra: circa 30 km di autostrada ci separano dalla Lunigiana, dove possiamo ammirare le bellezze del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano (che qui tocca i Comuni di Fivizzano, Filattiera, Comano e Licciana Nardi), l’Orto botanico dei Frignoli e le aree protette fluviali del fiume Magra.

Il tutto accompagnato da tradizioni culinarie antichissime, panorami mozzafiato, cave di marmo, natura incontaminata e.. perché no… un tuffo in mare!

DA NON PERDERE
Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano: tocca nella Provincia di Massa – Carrara, l’alta Lunigiana, ai confini con Parma e Reggio Emilia, dove innumerevoli sentieri conducono sulle antiche orme di mercanti, pellegrini, briganti e pastori, attraverso i passi del Cerreto, del Lagastrello e del Brattello, fra boschi e laghi, pascoli e castagneti.

Parco Nazionale delle Alpi Apuane: definite Alpi per l’aspra morfologia caratterizzata da profonde valli e cime aguzze, le Apuane rappresentano uno dei più originali sistemi montuosi d’Italia. A due passi dal mare si aprono scenari mozzafiato, con cime che arrivano a sfiorare i 2000 metri. Parte delle montagne è stata modellata dall’uomo che da millenni le scava per l’estrazione del marmo bianco unico al mondo. Un’ampia sentieristica CAI permette la visita delle montagne, con itinerari di ogni grado di difficoltà.

Lago di Porta: area protetta che tocca i Comuni di Montignoso (MS) e Pietrasanta (LU) e si estende per 159 ettari. Si tratta di uno dei pochi residui di zone umide costiere sopravvissute alle numerose bonifiche ed è per questo abitata scelta per la nidificazione da numerose specie di uccelli.

Centro per la biodiversità dei Frignoli: alle porte del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, a Sassalbo (Fivizzano), è uno scrigno di biodiversità naturalistiche e culturali ed ospita un orto botanico, il sentiero delle Cinque Foreste e l’impianto per l’allevamento della trota appenninica.

ANPIL Fiume Magra: si tratta di aree protette fluviali, toccate da percorsi natura segnalati e percorribili a piedi o in bicicletta, nei pressi di Filattiera e di Terrarossa.

Meritano una visita anche l'Orto Botanico del Pian della Fioba, che si affaccia sul mare dai suoi 900 mt slm., e il Centro di educazione ambientale WWF, in località Ronchi di Marina di Massa, che racchiude gli aspetti tipici del bosco costiero retrodunale.

Scarica la mappa della provincia di Massa Carrara
 
&
Scopri questa zona turistica
Lunigiana
La Lunigiana è una regione storica compresa fra Liguria e Toscana, tra le province della Spezia e di Massa-Carrara, confinante con la Garfagnana. ...
Scopri Lunigianakeyboard_backspace