Pratolino - Villa Demidoff

Firenze: fuori le mura

Scoprire i capolavori architettonici appena fuori da Firenze

La Villa di Castello fu restaurata per volere di Cosimo I de' Medici, che affidò al Tribolo la progettazione e la realizzazione del bellissimo giardino all'italiana. L'interno della villa, sede dell'Accademia della Crusca, non è visitabile. A poca distanza si trova la Villa della Petraia, che i Medici fecero ristrutturare dal Buontalenti nel '500. La villa, affrescata da Cosimo Daddi (1591-94) e dal Volterrano (1636-48) divenne nell'800 residenza di Vittorio Emanuele II re d'Italia.Il museo Stibbert conserva le collezioni lasciate alla città di Firenze da Frederick Stibbert nel 1906. Particolarmente importante la raccolta di armi e armature.

Lungo la via Bolognese, in località Pratolino, si trova il parco di Villa Demidoff. Della sontuosa villa costruita nel 1575 dal Buontalenti per Francesco I de' Medici rimangono soltanto pochi resti. Il parco, completamente restaurato ed aperto da aprile a ottobre, costituisce una piacevolissima mèta fuori città. La monumentale statua dell'Appennino del Giambologna (1579-89) è una delle più significative testimonianze del manierismo fiorentino.

Situata su una collina che domina la valle dell'Arno, in una splendida posizione panoramica, Fiesole vanta origini antichissime, come testimoniano la vasta area archeologica con i resti delle mura e del tempio etrusco, le terme e il teatro romano e il Museo civico, che raccoglie numerosi reperti degli scavi. Interessanti la cattedrale di S. Romolo (XII sec.) in stile gotico e la basilica di S. Alessandro, la più antica della città. Da visitare il Museo Bandini, che ospita una collezione di dipinti di artisti italiani dal XIII al XV secolo, e il Museo Primo Conti, che raccoglie olii e disegni dell'artista fiorentino.

L'antico Monastero vallombrosano di San Salvi conserva, nel refettorio, il celebre affresco il Cenacolo di San Salvi,  di Andrea del Sarto raffigurante l'Ultima Cena (1526-27).

Settignano è un piccolo borgo sviluppatosi su una collina a nord-est di Firenze, raggiungibile in autobus o percorrendo una bella strada panoramica in collina da Fiesole. Gabriele D'Annunzio visse qui nella Villa la Capponcina.

Il giardino di Villa Gamberaia è considerato tra i più belli d'Europa ed offre scorci indimenticabili di Firenze.

A 2 km. da Firenze in direzione sud si erge la Certosa del Galluzzo, con il suo aspetto di austera fortezza. Fondata da Niccolò Acciaiuoli nel XIV secolo per ospitare i giovani fiorentini desiderosi di apprendere le arti liberali, oggi è abitata da un gruppo di monaci benedettini circestensi. Conserva importanti opere d'arte tra le quali 5 lunettoni con scene della Passione affrescati dal Pontormo (1523-25).