#CamminaFrancigena: 5 motivi per intraprendere un viaggio slow

Con tutti i mezzi di trasporto che abbiamo a disposizione nel 2013, per quale assurdo motivo esistono ancora persone che si mettono in viaggio a piedi? Per percorrere tragitti medio-lunghi si può sempre contare sullo spostamento in auto, in aereo o in treno. Perchè mai ci si dovrebbe affidare solo alle nostre gambe? Beh, in realtà c'è più di una risposta. Prima di mettermi in cammino sulla Francigena non riuscivo a capire fino in fondo quale era il senso di questa avventura così faticosa e impegnativa. Il mio viaggio ha avuto inizio a Monteroni d'Arbia ed è terminato il giorno dopo a Monteriggioni, gioiello nel cuore della Toscana dove si è tenuto il Festival della Viandanza. Arrivata a destinazione, pervasa da una gioia inspiegabile e vera, ho capito perchè è così bello viaggiare camminando, senza bisogno di correre o di rispettare tempi precisi. In 5 parole, ecco perchè consiglio di intraprendere questo percorso.
  1. Incontro.
    Incontri sulla Via Francigena: Suor Ginetta a Siena
    Incontri sulla Via Francigena: Suor Ginetta a Siena
    Percorrendo la Via Francigena ho incontrato e conosciuto tantissimi altri pellegrini, viandanti e gente del posto che hanno deciso di condividere con me le loro storie e i loro aneddoti. Ogni volta che una persona si presentava e raccontava un pezzo di sé, sentivo qualcosa dentro di me che cresceva e si arricchiva. Nella foto sopra, ad esempio, ad aprirci le porte è Suor Ginetta, una vita passata ad aiutare i più bisognosi e ad accogliere i pellegrini con il sorriso. Il primo viandante che ha bussato all'edificio se lo ricorda ancora, era il 1980. Da allora ha sempre cercato di dare un pasto caldo a chiunque glielo chiedesse. Quest'anno ha ospitato circa 1350 persone dirette a Roma, e la luce che brilla nei suoi occhi ci dice che continuerà a farlo.
  2. Scoperta.
    Castello della Chiocciola lungo la Via Francigena
    Castello della Chiocciola lungo la Via Francigena
    Puoi percorrere lo stesso tragitto anche 2 volte al giorno, ma ci sarà sempre qualcosa che non avevi mai visto. Esplorare una zona a piedi è l'ideale per scoprire e ammirare anche gli angoli più nascosti e inediti del territorio. Panorami mozzafiato, monumenti e lapidi nascosti dalla vegetazione, colori e profumi unici.
  3. Benessere.
    Relax sulla Via Francigena
    Relax sulla Via Francigena
    Camminare è un toccasana fisico e mentale. Respirare aria buona e incontaminata nella natura, fare movimento, stare in silenzio a riflettere: al termine del viaggio, si è senz'altro più tranquilli e rilassati.
  4. Immagini.
    I colori della campagna senese: in viaggio verso Monteriggioni
    I colori della campagna senese: in viaggio verso Monteriggioni
    I paesaggi, gli scorci e la natura ci abbracciano a 360°. Colori e forme magiche ci regalano emozioni uniche e indelebili. Posti meravigliosi che vale la pena fotografare per portare a chi è rimasto a casa una testimonianza di questo paradiso.
  5. Soddisfazione.
    Piazza del Campo, Siena
    Piazza del Campo, Siena
    Dopo ore di sudore e fatiche, arrivare alla meta è una soddisfazione immane. E non c'è niente di meglio che decidere di ripagarsi con un'ottima cena in uno di quei locali tipici, sinonimi del gusto e dell'eccellenza toscana.