fb track

Un viaggio con i bambini tra musei e aree archeologiche

Itinerari e proposte didattiche per scoprire la storia toscana con la famiglia

La Toscana è un museo a cielo aperto, ricca di aree archeologiche, siti storici e musei. Dal Casentino alla Lunigiana, dalle Terre di Siena alla Garfagnana, passando per il Mugello: sono moltissimi gli itinerari da seguire per divertirsi andando alla scoperta del passatoTante sono anche le attività studiate per i viaggi con tutta la famiglia, pensate per intrattenere i visitatori più piccoli.

Dai laboratori per bambini ai percorsi didattici dedicati alle scuole, ecco le numerose proposte del sistema culturale toscano.

Porciano
Porciano
Statue stele, Pontremoli
Statue stele, Pontremoli - Credit: Flavia Cori

Il Castello di Porciano nel Casentino offre ai suoi ospiti iniziative pensate ed ideate per esplorare e conoscere il territorio. La visita può essere effettuata anche in compagnia di un archeologo medievale che, lungo il tragitto, spiegherà la storia, gli aneddoti e le suggestioni della grande torre palaziale dell’antico maniero dei Conti Guidi.

A Borgo a Mozzano, molto interessanti sono le passeggiate lungo la Linea Gotica: itinerari organizzati per conoscere le fortificazioni di “Madonna di Mao” e Socciglia-Anchiano; oltrechè il Museo delle Memoria.

Archeologia, storia e natura sono protagonisti anche a Pontremoli, con i laboratori al Museo delle Statue Stele, rinvenute nel territorio della Lunigiana Storica: rappresentano il più antico e misterioso patrimonio di questa terra.

Il borgo fortificato, stretto fra i fiumi Magra e Verde, è dominato dal Castello del Piagnaro che controllava l'accesso ai passi Appenninici lungo l'antica via Francigena. In centro storico si possono ammirare gli antichi ponti medievali, case-torri e fortificazioni ma anche raffinati edifici religiosi di età barocca.

Sempre a Pontremoli, si può partecipare a workshop speciali per modellare l’argilla e riprodurre ornamenti e armi, oppure per conoscere la pietra arenaria, utilizzata già nella preistoria per realizzare le Statue Stele e ancora oggi vero tratto caratteristico della storia e dell'ambiente della Lunigiana.

Frammenti di grande vaso da vini attico a figure nere (Poggione, Castelnuovo Berardenga)
Frammenti di grande vaso da vini attico a figure nere (Poggione, Castelnuovo Berardenga) - Credit: Museo Archeologico del Chianti Senesi

I bambini possono cimentarsi con l’argilla e mettere ‘le mani in pasta’ anche al Museo archeologico del Chianti senese a Castellina in Chianti. Le proposte interessano famiglie con ragazzi di tutte le età e prevedono corsi per conoscere le origini della scrittura, le testimonianze degli Etruschi, le tradizioni e l’artigianato dell’antichità.

Al Museo civico "La città sotterranea" di Chiusi sono organizzati su prenotazione laboratori didattici per bambini e ragazzi, riguardanti la scrittura etrusca, il restauro del materiale ceramico e l'archeologia (simulazione di scavo).

Il Museo Archeologico Comprensoriale del Mugello e della Val di Sieve, a Dicomano e l’area archeologica di Frascole organizzano visite guidate per famiglie e bambini appositamente su prenotazione.

A Lucca i percorsi didattici al Museo della Cattedrale per i più piccoli sono legati alle fiabe e alla storia del museo, per i più grandi invece, ci sono attività legate alla scoperta del museo e della Cattedrale e all’area archeologica.

Massaciuccoli Romana, la Villa
Massaciuccoli Romana, la Villa - Credit: Massaciuccoli Romana

L’area archeologica "Massaciuccoli romana" a Massarosa offre itinerari didattici dedicati a bambini e ragazzi, con l’intento di farli avvicinare alla conoscenza della storia antica.

A Volterra i ragazzi possono andare alla scoperta del Museo dell’Alabastro, del Palazzo dei Priori, alla Pinacoteca e Museo Civico attraverso i tesori dell’arte.

Il Museo didattico sulla civiltà della Scrittura a San Miniato è un museo interattivo, rivolto soprattutto ai ragazzi, che racconta la storia dei supporti della scrittura. I visitatori hanno la possibilità di manipolare alcuni dei materiali usati per la trasmissione della memoria (pietra, argilla, papiro, pergamena, tavoletta cerata). Il percorso museale comprende anche una sezione dedicata alla storia dei numeri, con giochi storici e logico-matematici per bambini.

La Tomba della Quadriga Infernale a Sarteano
La Tomba della Quadriga Infernale a Sarteano

Il Museo civico e archeologico di Sarteano insieme all’offerta didattica che comprende lezioni,  laboratori e approfondimenti ad esempio sulla pittura etrusca, il simposio e il banchetto, organizza trekking e laboratori speciali in occasione di manifestazioni come le Notti dell’Archeologia.

Il Museo Archeologico del Casentino ha ideato percorsi didattici per ogni fascia di età che permette ai ragazzi di conoscere la nostra storia dalla Preistoria al Medioevo, l’epoca degli Egizi, gli Etruschi, ma anche attività che li improvvisano archeologi per un giorno o una caccia al tesoro tra le stanze del museo.

&
Scopri questa zona turistica
Casentino
Terra di boschi e monumenti della fede, di silenzi profondi e di rivoluzioni dell’anima, il Casentino parla il linguaggio della meditazione e del raccoglimento. Qui vincono i colori e dominano le atmosfere spirituali della foresta. ...
Scopri Casentinokeyboard_backspace